Mesagne. Via Maroncelli "non è un circuito da corsa" In evidenza

Ottobre 24, 2021 874

Nella serata di venerdì un’auto è andata a sbattere contro la barriera protettiva del cantiere stradale di via Maroncelli causando danni alle abitazioni. Non è la prima volta che le auto sfrecciano su questa via causando danni anche alle abitazioni. Sul posto è intervenuta una pattuglia della polizia locale che ha ripristinato le barriere protettive. L’episodio si è verificato intorno alle ore 19 di venerdì quando un’auto ad alta velocità dal rione Grutti ha imboccato via Maroncelli e si è trovata di fronte una barriera metallica che inibisce il transito veicolare verso via Guglielmo Marconi, attualmente interessata da lavori stradali per la ristrutturazione dell’importante arteria viaria. Il mezzo probabilmente si è accorto dell’ostacolo all’ultimo momento e l’ha investita in pieno. Non prima di aver strisciato su alcune abitazioni. Poi si è dileguato.

Il fatto è stato notato da alcuni residenti che hanno sentito il rumore e sono usciti in strada. Purtroppo non vi sono telecamere di video sorveglianza che possano far individuare l’auto. In ogni modo sul posto è giunta una pattuglia della polizia locale che ha annotato il fatto e ripristinato la barriera del cantiere. Intanto, i residenti stanno sottoscrivendo una petizione da inviare al sindaco di Mesagne, Toni Matarrelli, e al comandante della polizia locale, Teodoro Nigro, affinché possano collocare per strada dei rallentatori che inibiscano alle auto di correre. La preoccupazione è che prima o poi resti investito qualche pedone. “Prima o poi ci ritroveremo qualcuno dentro casa – hanno spiegato alcuni dei residenti di via Maroncelli -. Nonostante questa via sia alquanto corta sono diversi i mezzi che la percorrono a tutta velocità sia che provengano dal rione Grutti sia da via Nino Bixio. La collocazione di qualcosa che possa moderare la velocità è quanto mai importante”.  

---------------

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci