Fermato un marocchino per l'omicidio di Ostuni (video) In evidenza

Maggio 06, 2021 479

ALLE ORE 14.15 DI IERI 05/05/2021 PERVENIVA UNA TELEFONATA ALLA SALA OPERATIVA DEL COMMISSARIATO DI P.S. DI OSTUNI, DA PARTE DI PERSONALE DEL 118 CHE SEGNALAVA LA PRESENZA DI UNA PERSONA NON COSCIENTE, PROBABILMENTE A CAUSA DI UN ACCOLTELLAMENTO. PERSONALE Del COMMISSARIATO SOPRA MENZIONATO, SI RECAVA IMMEDIATAMENTE SUL POSTO CONSTATANDO EFFETTIVAMENTE LA PRESENZA DEL CORPO, ORMAI ESAMINE, DI  EL MOSTAFA ZOUHAIR, NATO IN MAROCCO IL 01/01/1982, RIVERSO A TERRA NEL CORRIDOIO DINGRESSO CON EVIDENTI FERITE DA TAGLIO NELLA REGIONE TORACICA. AL MOMENTO DELLINTERVENTO IL PERSONALE DI POLIZIA IDENTIFICAVA ALTRI TRE CITTADINI MAROCCHINI TRA I QUALI UN SOGGETTO CHE LE SUCCESSIVE INVESTIGAZIONI ACCERTERANNO ESSERE STATO TESTIMONE OCULARE DELLACCADUTO. IL TESTIMONE RIFERIVA DI AVERE ASSISTITO ALLA LITE, ORIGINATA DA FUTILI MOTIVI,  TRA LA PERSONA UCCISA E UN ALTRO LORO CONNAZIONALE CON LUI  COABITANTE, LITE CHE SAREBBE SFOCIATA NELLACCOLTELLAMENTO DI EL MOSTAFA DA PARTE DEL DAMNAR.  ALLA LUCE DI QUANTO APPRESO NELLIMMEDIATEZZA DEL FATTO SI PROVVEDEVA AD AVVIARE INTENSA ATTIVITA DI INDAGINE, CONDOTTA DALLA SQUADRA MOBILE DI BRINDISI COLLABORATA DAL COMMISSARIATO DI OSTUNI E DALLA SQUADRA MOBILE DI BARI, FINALIZZATE ALLE RICERCHE DELLACCOLTELLATORE CHE ATTIVITA TECNICA DI INDAGINE CONSENTIVA DI ACCERTARE ESSERE DIRETTO A BARI, PROBABILMENTE IN TRENO. A BARI LOCALITÀ VERSO CUI IMMEDIATAMENTE CONVERGEVANO LE RICERCHE. IL SOSTITUTO PROCURATORE DI TURNO DELLA PROCURA DELLA REPUBBLICA  PRESSO IL TRIBUNALE DI BRINDISI NOTIZIATO TEMPESTIVAMENTE DELLOCCORSO, DISPONEVA LISPEZIONE CADAVERICA DA PARTE DEL MEDICO LEGALE CHE, COADIUVATO DA PERSONALE DEL GABINETTO PROVINCIALE DI  POLIZIA SCIENTIFICA DI BRINDISI, APPURAVA CHE IL CADAVERE PRESENTAVA UNA SOLUZIONE DI CONTINUO A MARGINI NETTI  COMPATIBILE CON LUTILIZZO DI ARMA DA PUNTA E DA TAGLIO  DOTATA DI LAMA CON FILO MONO-TAGLIENTE, DELLA LARGHEZZA MASSIMA DI 1,5/2 CM., RILEVATA ALLEMITORACE SINISTRO, LUNGO LA LINEA ASCELLARE ANTERIORE, NELLO SPAZIO INTERCOSTALE, VEROSIMILMENTE TRA LA SESTA E LA SETTIMA COSTA. 

LE RICERCHE IMMEDIATAMENTE AVVIATE SORTIVANO ESITO POSITIVO IN QUANTO VERSO LE ORE 20.10 PERSONALE DEL COMMISSARIATO DI OSTUNI, COADIUVATO DA PERSONALE DELLA POLFER DI BARI, DURANTE UN CONTROLLO AGLI  AUTOBUS IN PARTENZA VERSO LOCALITÀ DEL NORD DITALIA. RINTRACCIAVA, IN UNO DI QUESTI, IL RICERCATO SEDUTO NELLULTIMA FILA DI SEDILI. QUESTULTIMO, IMMEDIATAMENTE RICONOSCIUTO DAL PERSONALE DEL COMMISSARIATO DI OSTUNI, CUI ERA BEN NOTO ANCHE PER I TRASCORSI GIUDIZIARI,  ABBASSAVA LA TESTA TENTANDO DI OCCULTARSI DIETRO AL SEDILE DELLA FILA DAVANTI A LUI. IL PREDETTO VENIVA PERQUISITO ED ACCOMPAGNATO PRESSO I LOCALI DEL REPARTO OPERATIVO DEL LOCALE COMPARTIMENTO POLFER.  NELLA CIRCOSTANZA, IL PREVENUTO VENIVA TROVATO IN POSSESSO DI UN  BIGLIETTO DI VIAGGIO DI QUELLAUTOBUS CON PARTENZA BARI E DIRETTO A MILANO. SI PRECISA CHE IL FERMATO NON PORTAVA BAGAGLI A SEGUITO. TUTTO CIÒ COSTITUIVA ELEMENTO INCONFUTABILE CHE SI STESSE DANDO ALLA FUGA. MENTRE ERANO IN CORSO LE SUDDETTE RICERCHE, DURANTE UN PREVENTIVO SOPRALLUOGO ALLINTERNO DELLA STAZIONE CENTRALE DI BARI, ALLALTEZZA DEL BINARIO N. 6 VENIVA RINVENUTO UN COLTELLO DA CUCINA LA CUI LAMA PARREBBE COMPATIBILE CON LA FERITA RILEVATA SUL CADAVERE. CONSIDERATI GLI EVIDENTI E CONCORDANTI INDIZI RACCOLTI E IL PERICOLO DI FUGA ATTESTATO DAI FATTI SOPRA ESPOSTI VENIVA SOTTOPOSTO A FERMO DINIZIATIVA DELLA P.G.: 
 
DAMNAR Mohamed nato in Marocco il 10/08/1986, munito di carta didentità nr AS3682634, rilasciata dal comune di Ostuni il 22/03/2019
 
DELLAVVENUTO FERMO, IN ACCORDO CON IL P.M. DI TURNO DI BRINDISI, VENIVA DATA ALTRESÌ NOTIZIA AL SOSTITUTO PROCURATORE DI TURNO DELLA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI BARI CHE DISPONEVA LA COLLOCAZIONE DEL FERMATO PRESSO QUELLA CASA CIRCONDARIALE.

 
Ultima modifica il Giovedì, 06 Maggio 2021 15:43