Menu

Mesagne. La protesta dei residenti del centro storico e il cronoprogramma In evidenza

via mauro capodieci con lavori idriciVibrante protesta ieri mattina da parte dei residenti di via Mauro Capodieci,

nel cuore del centro storico di Mesagne, a causa dello stop dei lavori di ristrutturazione della rete idrico-fognante. In particolare i residenti hanno denunciato un lassismo da parte dell’azienda che sta effettuando le opere poiché, pur avendo terminato da diversi mesi la posa delle condotte, ancora non ribasolano la via. La conseguenza è che oltre al disagio ambientale, dovuto alla fanghiglia presente, alcune abitazioni hanno subito, secondo i proprietari, danni per l’infiltrazione dell’acqua piovana. Cauto sulla vicenda l’assessore ai Lavori pubblici, Roberto D’Ancona, che lunedì scorso ha tenuto un tavolo tecnico con la ditta che sta eseguendo i lavori al fine di fare una verifica sulla tempistica degli stessi. Se non ci saranno ulteriori problemi i lavori in via Mauro Capodieci dovrebbero riprendere fra un paio di settimane. Dunque, ieri mattina alcuni residenti in via Mauro Capodieci hanno manifestato il loro disappunto per quella che è, a loro dire, una “discutibile” gestione della posa delle condotte. “Sono mesi che nella nostra via sono state posate le condotte e ancora non la completano – hanno spiegato i residenti – qui è tutto una fanghiglia. Quando piove diventa impossibile poter camminare. Inoltre le acque piovane si stanno infiltrando nel sottosuolo creando problemi di umidità alle strutture”. I residenti hanno, quindi, aggiunto: “Le altre strade interessate dai lavori sono state completate con il ribasolamento. Qui da noi, invece, sono sei mesi che non si vede nessuno. Ecco perché vorremmo che la nostra situazione di disagio fosse portata all’attenzione dell’amministrazione comunale”. Per la verità nei pressi di via Mauro Capodieci, durante gli scavi, sono state rinvenute delle tombe medievali che hanno imposto lo studio del sepolcreto e dei frammenti ossei. Approfondimenti storici che hanno ritardato l’esecuzione dei lavori. “Poi è arrivato il Natale – ha spiegato l’assessore D’Ancona - e abbiamo chiesto alla ditta di soprassedere con i lavori, in gran parte del centro storico, al fine di non creare disagi ai turisti ed ai mesagnesi durante le festività. Adesso bisognerà riprendere i lavori a pieno ritmo”. Ulteriori novità ci sono per la restante parte dei lavori stradali. “Sono delle buone notizie sia per noi sia per i residenti – ha sottolineato D’Ancona -. In queste ore il comandante della polizia locale sta pianificando la viabilità alternativa per via Albricci e piazza IV Novembre. Questa zona, infatti, da lunedì prossimo sarà interessata dai lavori di scavo e posa delle condotte idrico-fognante”. I lavori, almeno in piazza IV Novembre, dovrebbero terminare prima del prossimo 20 febbraio poiché nella Collegiata, che si affaccia sulla piazza in questione, si svolgerà il patrocinio in onore della Vergine del Carmelo, patrona e protettrice della città di Mesagne. Infine, restano bloccati i lavori in piazza Sant’Anna de Greci a causa di alcuni ritrovamenti archeologici. Anche qui le tombe sono allo studio della soprintendenza che appena avrà completato le varie indagini storiche darà il via libera per il completamento della piazza.  

Torna in alto