Menu

Ostuni: maltrattamenti in famiglia arrestato marito

violenza donne --La Polizia di Stato nell’ambito di un’azione di prevenzione

e repressione svolta in Ostuni, ha arrestato in flagranza di reato un cittadino del posto. L.V., albanese del 1964, da vent’anni residente nella Città Bianca, è stato condotto nel carcere di Brindisi con l’accusa di maltrattamenti in famiglia aggravati. Nella tarda serata di ieri i poliziotti ricevevano da una donna in lacrime la richiesta di intervento perché aggredita dal marito. La figlia minore, nel tentativo di difendere la madre, veniva a sua volta colpita, il tutto alla presenza del figlio maggiorenne con alcuni problemi psichici. L’intervento della Volante immediatamente giunta, evitava il peggio poiché l’uomo anche alla presenza degli Agenti cercava ancora di colpire la malcapitata, di ingiuriarla e minacciarla di morte non riuscendovi solo perché i poliziotti si frapponevano fisicamente facendo da scudo alla vittima. Nel corso degli accertamenti scaturiti dalla denuncia si è appreso che le violenze, sia fisiche che psicologiche si verificavano da vent’anni e che l’uomo riteneva la donna “cosa sua” non dovendo essere di nessun altro. L’intervento della Polizia di Stato ha consentito ancora una volta di porre l’attenzione sulla necessità di rivolgersi alle Istituzioni per assicurare alla giustizia gli autori di questi reati scongiurando femminicidi e amori malati.  

Video

Torna in alto