Menu

Mesagne. Brucia furgone con due cani dentro In evidenza

furgone scudo bruciato 1Una scena straziante si è verificata ieri sera a Mesagne

dove un furgoncino ha preso fuoco con all’interno due cani. I latrati sono stati uditi da residenti che, purtroppo, non hanno potuto far nulla per farli uscire dal mezzo avvolto dalle fiamme. Disperata anche la padrona che non ha fatto in tempo a salvare i due pelosi da una morte orrenda. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco del comando provinciale di Brindisi che, dopo aver spento le fiamme, hanno rinvenuto all’interno del mezzo le carcasse carbonizzate. Sono in corso accertamenti da parte della polizia per verificare le cause dell’incendio che sembra alquanto strano. Al momento, infatti, non si tralascia nulla e le indagini spaziano a tutto campo. Dunque, si chiamavano Sara ed Holly i due cani morti carbonizzati all’interno dell’auto della loro padrona. Quando i vigili del fuoco hanno spento l’incendio, che ha avvolto il Fiat Scudo parcheggiato in via Santa Rosa, periferia di Mesagne a poche centinaia di metri dallo stadio, hanno trovato le carcasse dei due cani completamente carbonizzate. All’arrivo della padrona è stato uno strazio. La donna, proprietaria dell’auto, è di Mesagne, ma vive ad Aradeo con la sua famiglia. Era arrivata in città nel tardo pomeriggio di ieri, parcheggiando in via Santa Rosa per incontrare una amica. In programma c’era anche la visita alla madre che abita nella zona della Torretta con cui avrebbe condiviso la cena. Ha posteggiato il furgone sul lato che si affaccia su di un terreno agricolo, ha lasciato all’interno Sara ed Holly e si è diretta a casa della sua amica. Intorno alle ore 19 l’auto è stata avvolta dalle fiamme e i due cagnolini sono rimasti bloccati all’interno. I latrati hanno squarciato l’aria mentre i due pelosi morivano tra le atrocità delle fiamme. E’ stato lanciato l’allarme e subito sul posto sono giunti i vigili del fuoco di Brindisi che hanno domato l’incendio, ma non sono riusciti a salvare i cagnolini. Nel furgone c’erano anche gli effetti personali della donna e dei soldi andati distrutti dal fuoco. Sul posto è giunta una volante del locale commissariato i cui agenti hanno avviato le indagini, ascoltando alcuni residenti per cercare di ricostruire la dinamica dei fatti. Una ricostruzione, per la verità, non facile. Il furgone, infatti, ha preso fuoco dopo un po' di tempo che era stato posteggiato. Peraltro la giornata ventosa e plumbea non ha facilitato l’autocombustione. In ogni modo saranno le indagini condotte dalla polizia, supportata dalla relazione dei vigili del fuoco, che faranno chiarezza su questa amara vicenda.  

Video

Torna in alto