Menu

Per il B-Day, Mesagne è pronta In evidenza

brindisi zona bombaA Mesagne la storia si ripete dopo circa 79 anni.

I mesagnesi, ieri come oggi, hanno aperto la loro città ai “congiunti” brindisini per accoglierli durante la giornata, il prossimo 15 dicembre, in cui sarà fatta brillare la bomba, sganciata durante le fasi del secondo conflitto mondiale e rimasta inesplosa, rinvenuta nei pressi del cinema “Andromeda”. Ad oggi sono quasi del tutto esauriti i posti letto presenti nei B&b. Anche presso l’Hotel Castello è tutto prenotato dai brindisini per la notte a cavallo tra il 14 e il 15 dicembre. Non era mai accaduto prima che in questo periodo autunnale le attività recettive mesagnesi facessero risultare il tutto esaurito. Per l’occasione il sindaco, Toni Matarrelli, ha predisposto una serie di iniziative gratuite a favore degli amici per intrattenerli durante le ore in cui saranno assenti dalle loro abitazioni. Dall’attrazione per i più piccoli, con la presenza e l’esibizione degli artisti di strada, all’apertura straordinaria del teatro e del cinema. Dunque, la recettività locale è del tutto esaurita. A farla da padrone sono stati i B&b dove la gente si è rivolta per prenotare una camera in cui trascorrere la notte del d-day. Infatti, le disposizioni impartite dalla prefettura, per l’evacuazione della zona rossa, prevedono di lasciare le abitazioni alle 5 del mattino del 15 dicembre. Questo significa che la gente deve alzarsi almeno un’ora prima e andare via. Già, ma dove si va a quell’ora? Specialmente chi ha bimbi il disagio è notevole. Da qui l’idea di prenotare a Mesagne, cittadina che dista solo 15 chilometri dal capoluogo, le camere e trascorrere serenamente la notte e l’intera giornata, in attesa di avere l’autorizzazione a rientrare in casa nel pomeriggio della domenica. “Devo dire che diversi cittadini di Brindisi hanno prenotato da tempo le nostre strutture recettive per trascorrere la notte tra il 14 e il 15 dicembre”, ci ha confidato Regina Cesta, proprietaria di un B&b e delegata per la categoria. “Nei nostri B&b trovano strutture molto comode con colazione compresa. In questo modo evitano una levataccia tenendo, inoltre, presente che il giorno dopo, cioè il lunedì, la gente va a lavorare. Quindi ha bisogno di essere riposata”, ha aggiunto l’imprenditrice. Anche presso l’Hotel Castello le camere sono tutte prenotate. “Per lo più si tratta di amici degli amici che, in previsione della levataccia del 15, hanno preferito concedersi un giorno di relax fuori dalle mura domestiche”, ha spiegato il comproprietario, Francesco Scianaro. Intanto, il sindaco Matarrelli ha fatto predisporre una serie di iniziative gratuite per intrattenere gli ospiti. “Siamo la città più vicina a Brindisi ed è naturale offrire ospitalità a questi amici coinvolti, loro malgrado, in una vicenda che vedrà 56 mila cittadini sfollati, anche per un solo giorno”, ha spiegato il sindaco Matarrelli -. È naturale che la nostra comunità abbia offerto un’opportunità di accoglienza. Per l’occasione – ha continuato il sindaco – attiveremo una serie di attività ludiche per intrattenerli”. Il primo cittadino, infatti, ha già dato disposizione per far proiettare dei film gratuitamente presso il teatro comunale, predisporre dei gonfiabili per bambini, tenere tutti i musei aperti gratuitamente, aprire i cancelli dei dog park per gli animali domestici. Infine, sarà offerta anche la prima colazione. “E’ il minimo che possiamo fare ed è un nostro preciso dovere”, ha concluso il sindaco Matarrelli.

Torna in alto