Menu

Mesagne: la Basilica del Carmine entra a far parte del Sum

2019-10-30 161333Il Sum si arricchisce della presenza di un nuovo tassello museale: nella stanza del sindaco di Mesagne, Toni Matarrelli, è stato firmato il protocollo d’intesa per consentire l’annessione della Basilica del Carmine, rappresentata dal parroco della Basilica della Beata Vergine Maria del Carmelo, padre Enrico Ronzini. Si è così definita la nuova compagine del soggetto che punta a promuovere in modo unitario il patrimonio museale e religioso della città di Mesagne.

“Il percorso intrapreso ci rende orgogliosi della scelta iniziale, un investimento ideale che possiede ogni potenzialità per qualificare l’offerta culturale e turistica del nostro territorio”, è stato il commento del sindaco di Mesagne, Toni Matarrelli. La richiesta di inserimento del Museo carmelitano e della Grotta di San Michele Arcangelo nel prestigioso circuito ha trovato il consenso unanime dei tre soggetti che costituiscono il Sistema Urbano Museale: l’Amministrazione comunale di Mesagne; l’associazione Federalberghi, rappresentata dal presidente Pierangelo Argentieri; la Parrocchia di “Tutti i santi” rappresentata dal parroco, don Gianluca Carriero.

“L’ingresso del complesso carmelitano nel Sum conferisce valore all’identità culturale del nostro territorio; arte, fede e tradizione rappresentano un importante esempio di pregevole e riconosciuto sodalizio”, ha dichiarato Marco Calò, consulente politico cittadino alle politiche culturali. “I Padri Carmelitani ringraziano l’Amministrazione comunale di Mesagne, Pierangelo Argentieri per Federalberghi e l’arciprete e vicario foraneo don Gianluca Carriero. Vi sono le condizioni per compiere insieme un buon lavoro, nell’interesse della città di Mesagne”, ha commentato padre Enrico Ronzini al termine della sottoscrizione dell’adesione.
2019-10-30 161344
2019-10-30 161355

Ultima modifica ilMercoledì, 30 Ottobre 2019 16:16
Torna in alto