Logo
Stampa questa pagina

Mesagne. Rubate e ritrovate due auto In evidenza

commissariato-volantiNel corso del fine settimana, gli agenti del Commissariato di Mesagne

hanno rinvenuto due autovetture oggetto di furto. La prima è stata trovata Giovedì in tarda mattinata: si tratta di una Mercedes localizzata in contrada “Malvindi”, ed è stata trovata in occasione di un giro effettuato nelle campagne da parte di equipaggi del Commissariato in servizio di prevenzione di reati in danno di aziende agricole, notoriamente settore rilevante dell’economia della zona. Gli accertamenti sul telaio hanno consentito di appurare che la vettura, di recentissima immatricolazione, era stata rubata pochi giorni prima in provincia di Lecce e denunciata solo oralmente presso una stazione Carabinieri. Il proprietario di 35 anni, contattato tramite la sala operativa del Commissariato, ha provveduto a recuperare la macchina, nel frattempo depredata di molte parti. Un’altra vettura veniva rinvenuta nel centro abitato, durante il controllo di auto parcheggiate svolto con l’ausilio del sistema “Mercurio” di cui sono dotate le volanti. L’auto in questione veniva rinvenuta venerdì di buon mattino: si trattava di una Alfa Romeo Giulietta che si accertava essere stata rubata nel capoluogo diversi giorni prima e regolarmente denunciata dalla proprietaria. Anche in questo caso la vettura veniva consegnata al legittimo proprietario. Sabato mattina durante un controllo veniva fermata un’autovettura condotta da un giovane del posto noto agli agenti. L’auto risultava sprovvista di assicurazione e non in regola con la revisione per cui veniva sequestrata e affidata a un custode giudiziario, e al conducente venivano elevate le sanzioni previste. Venivano inoltre controllati due circoli ricreativi: in uno veniva trovato un cittadino italiano di origine magrebina in evidente stato di ubriachezza e con diversi precedenti a suo carico in compagnia di altre persone pure con precedenti a carico, tutti residenti in zona. Domenica pomeriggio un ulteriore controllo ad altro circolo ricreativo permetteva di identificare al suo interno diverse persone note per avere precedenti di polizia. Sono in corso accertamenti amministrativi per verificare la posizione dei gestori, le licenze e altre autorizzazioni in materia di somministrazione di alimenti e bevande.  

Ultima modifica ilMercoledì, 04 Settembre 2019 18:23

Ultimi da Redazione

© 2012 Il Gazzettino di Brindisi - Quotidiano online di informazione regionale con la cronaca in tempo reale, 24h su 24h
Registro stampa Tribunale di Brindisi 01/2006 - Direttore Tranquillino Cavallo
Realizzato da Medì s.r.l. - Amministrazione