Menu

Mesagne. Nei filmati la soluzione del giallo In evidenza

 comando-vigili-localiLo si temeva e puntualmente si è verificato.

Non uno spettacolo ludico bensì uno spettacolo di inciviltà tra giovani, può darsi anche un po' brilli, che martedì sera sono stati i protagonisti di una rissa finita a scazzottata nel centro storico di Mesagne. Ad averne la peggio un 16enne di Brindisi che si è fatto medicare da un’equipe del 118. Sul posto sono giunte anche pattuglie di vigili urbani e polizia. Sulla vicenda indaga la polizia locale che ha acquisito vari fotogrammi delle telecamere di videosorveglianza che vi sono in zona. Da tempo, toppo tempo, i residenti del centro storico avevano lanciato l’allarme su gruppi di ragazzi che si appartano negli angoli bui del centro storico e diventano protagonisti di gesti di inciviltà e di atti di illegalità. Più volte è stato richiesto dai residenti un controllo pedonale serale e notturno delle zone, dove non ci si può arrivare con i mezzi meccanici al fine di individuare queste sacche di illegalità. Vani gli sforzi della città e dell’Amministrazione comunale per fare divenire Mesagne un centro di attrazione turistica se poi lungo le antiche e sinuose stradine del borgo antico ci sono situazioni che sfuggono di mano. Come, ad esempio, quella accaduta martedì sera che poteva avere conseguenze ben più gravi. L’episodio si è verificato in vico Crisumma, intorno alle ore 20,15 quando in zona c’era movimento di gente che iniziava a recarsi presso i locali per trascorrere la serata. Teatro dei fatti è un piccolo vicolo che si trova a pochi passi da piazza Matteotti, uno dei centri della movida mesagnese. Qui, come spesso accade da tempo e come hanno più volte fatto notare i residenti, è giunto un gruppo di giovani che prima ha iniziato a discutere animosamente e poi ha iniziato a scazzottarsi. Ad averne la peggio è stato un ragazzo di 16 anni che è stato colpito al capo stramazzando per terra. A quel punto c’è stato un fuggi fuggi generale mentre qualche residente ha lanciato l’allarme. Sul posto è giunta un’ambulanza del 118 e una pattuglia di pronto intervento della polizia locale. I soccorritori hanno medicato il giovane riscontrandogli un trauma cranico non commotivo. I vigili urbani hanno avviato le indagini, ascoltando qualche testimone presente alla rissa. Successivamente hanno monitorato la zona alla ricerca di telecamere che possano aver ripreso il gruppetto e, ancora meglio, la lite tra i ragazzi. Sembra che la loro ricerca abbia avuto esito positivo poiché alcune telecamere avrebbero ripreso un qualcosa ritenuto interessante ai fini investigativi. In vico Crisumma è giunta anche una volante della polizia di stato i cui agenti avrebbero riconosciuto il ragazzo ferito poiché, nelle ore precedenti, lo avrebbero fermato per un controllo lungo via Torre Santa Susanna. Elementi utili alle indagini che gli investigatori stanno componendo, come in un puzzle, per dare una lettura corretta all’episodio e inviare al magistrato gli atti per i successivi provvedimenti giudiziari. Resta, quindi, imperativo un controllo discreto, ma costante del centro storico da parte delle forze dell’ordine per prevenire episodi gravi come quello verificatosi martedì sera.

Torna in alto