Menu

Zona rossa nel centro storico di Mesagne In evidenza

matarrelli per centro storicoCome previsto il sindaco di Mesagne, Toni Matarrelli, ieri mattina

ha fatto emettere dal comandante della polizia locale, Bartolomeo Fantasia, un’ordinanza per disciplinare il transito dei mezzi all’interno del centro storico. Il tutto dopo un incontro che il primo cittadino ha svolto con i residenti e alcuni operatori commerciali. Assenti solo i gestori di pub e bar. In pratica il comandante ha individuato una “zona rossa”, all’interno del centro storico, dove non possono transitare e posteggiare le auto dei residenti per permettere agli avventori di godere al meglio dei piaceri della movida nella massima sicurezza. Nello stesso momento ha assicurato ai residenti di incrementare i controlli della polizia locale lì dove vi sono sacche di illegalità e di inciviltà. Per questo motivo ha, inoltre, spiegato: “Riscriverò al questore e al comandante dei carabinieri per chiedere una maggiore presenza delle forze dell’ordine sul territorio, specialmente di notte, nei vicoli e nelle zone dove le loro auto non arrivano e necessita l’appiedamento del servizio”. Per il resto l’ordinanza 234 di ieri regolamenta abbastanza bene la chiusura, sperimentale e per 20 giorni, del centro storico. Il comandante Fantasia, infatti, ha scritto che dal 5 al 25 agosto 2019 dalle ore 20,30 alle ore 2,00 del mattino è vietata “la circolazione a qualsiasi tipo di veicolo a motore, all’interno della zona pedonale urbana individuata dalle vie Castello, piazza Orsini, piazza IV Novembre, piazza Criscuolo e via Albricci; il divieto di sosta, con rimozione del veicolo in caso di inadempienza, dalle ore 20,30 alle ore 2, in piazza IV Novembre e piazza Criscuolo”. Naturalmente sono state previste anche delle deroghe “alla circolazione dei veicoli opera esclusivamente per soli motivi di carattere eccezionale, debitamente documentabili, in forza delle categorie di veicoli di seguito specificamente indicate ed è subordinato alla esibizione del permesso o del diverso documento autorizzativo: veicoli intestati a residenti all’interno della Ztl, intendendosi per tali sia i residenti anagrafici che i dimoranti, ossia coloro che risultano locatari di immobili (non occupati da altri nuclei familiari) ubicati all’interno della Ztl”. Infine, sono previste deroghe senza permesso ai “veicoli di soccorso, polizia ed emergenza; carro attrezzi per la rimozione di veicoli in sosta abusiva in tali aree; veicoli intestati a medici di base che hanno assistiti nella Ztl; veicoli al servizio di persone diversamente abili”. “È la prima volta che l’Amministrazione comunale incontra i residenti del centro storico e i commercianti per ascoltare i loro suggerimenti ed emettere un’ordinanza che non sia penalizzante per nessuno”, ha spiegato il sindaco Matarrelli che ha accolto i disagi ambientali di coloro che vivono quotidianamente il centro storico. “È una sperimentazione di pochi giorni – ha continuato il primo cittadino – durante la quale abbiamo chiesto ai residenti un aiuto e un po' di pazienza. Mesagne non è una località marina, collinare o di montagna ma ha un centro storico molto bello. Un barocco eccezionale, un museo, un parco archeologico urbano che è un unicum. Bene, vogliamo che i turisti godano in sicurezza di tutte queste bellezze storico-architettoniche gustando i piatti tipici locali nei tanti ristorantini sparsi nel centro storico”.

Torna in alto