Menu

Martedì 6/8 a San Cataldo (LE) sbarca frutta fresca in spiaggia con pirati gialli di Coldiretti e balnerari di SIB

calò marco assessoreSbarcheranno dai gommoni i ‘pirati gialli’ della Coldiretti sulla spiaggia di Lido York, a San Cataldo (Lecce), martedì 6 agosto, alle ore 11, per distribuire con i balneari di SIB ai turisti angurie e meloni gialletti, i ‘Tipici di Puglia’, toccasana contro le alte temperature ed elisir per la perfetta tintarella 100% made in Italy.

La fresca e gustosa iniziativa estiva organizzata da Coldiretti e Sib, sindacato balneari di Confcommercio, che sarà replicata sulla costa salentina, intende promuovere i consumi di frutta fresca di stagione dalle notevoli proprietà salutistiche, vittima spesso di fenomeni speculativi e importazioni dall’estero che fanno crollare le quotazioni al di sotto dei costi di produzione.

“Parlano chiaro i dati Istat sull’inflazione a giugno, dai quali si evidenziano aumenti dei prezzi al consumo dello 0,7% rispetto allo scorso anno mentre nei campi in crisi è deflazione, dalle angurie, ai meloni e alle pesche pagate pochi centesimi, circa il 30% in meno rispetto allo scorso anno. I nostri agricoltori ne devono vendere tre chili per potersi permettere un caffè”, denuncia il presidente di Coldiretti Lecce, Gianni Cantele, anticipando le ragioni della colorata e accattivante iniziativa.

“Il SIB, col patrocinio del Ministero delle Politiche agricole, ha voluto promuovere su tutto il litorale italiano il consumo del made in Italy, anche nell’ottica della destagionalizzazione tanto agognata. La collaborazione con Coldiretti nasce dalla reciproca volontà di lavorare affinché le due risorse più importanti delle nostre terre – mare ed enogastronomia – si supportino a vicenda”, spiega Alfredo Prete, presidente del SIB Confcommercio di Lecce.

Per ottimizzare la spesa, ottenere il miglior rapporto prezzi-qualità e aiutare il proprio territorio e l’occupazione, il consiglio della Coldiretti è quello di verificare l’origine nazionale, acquistare prodotti locali che non devono subire grandi spostamenti, comprare direttamente dagli agricoltori nei mercati o in fattoria. In un momento di difficoltà – continua la Coldiretti – si tratta di un atto di solidarietà a favore degli agricoltori, ma anche di un aiuto al proprio benessere per combattere il grande caldo con il consumo di alimenti, come le albicocche, le pesche ed in generale la frutta fresca, indispensabili per la salute e per mettersi in forma.

Ultima modifica ilDomenica, 04 Agosto 2019 16:18
Torna in alto