Menu

Domani i funerali di Resmi Devicienti nella chiesa di San Pio In evidenza

devicienti resmiSi svolgeranno domani alle ore 9,30 presso la chiesa di “San Pio”,

nel rione Seta di Mesagne, le esequie di Resmi Devicienti, deceduto in un incidente stradale nella giornata di venerdì. L’episodio si è verificato intorno alle ore 11,00 di ieri su un tratto di circonvallazione che collega la provinciale di Latiano con quella di Torre Santa Susanna. Una strada realizzata solo pochi anni fa dalla Provincia e con un’ottima visibilità. Su questa importante arteria viaria stava viaggiando, a bordo di una Fiat 500S, Fabrizio D’Aprile mentre in senso contrario stava viaggiando la vittima, Resmi Devicienti, a bordo della Honda Jazz. I due mezzi quando si sono incrociati, per cause ancora in fase di accertamento, si sono scontrati. Un urto alquanto violento. Gli airbag di entrambi i guidatori sono scoppiati trattenendo gli uomini all’interno tra le lamiere accartocciate. Per Resmi Devicienti non c’è stato nulla da fare, è morto poco dopo. Pochi secondi dopo l’impatto sul posto è giunta un’automedica che si trovava di passaggio. Il soccorritore ha lanciato l’allarme mentre ha cercato di chiamare il Devicienti che dava deboli segni di vita. In pochi minuti sul posto sono giunte tre ambulanze del 118, la polizia locale e i vigili del fuoco. I vigili urbani hanno bloccato l’arteria viaria veicolando su altre direttrici le auto in arrivo. I vigili del fuoco insieme al personale del 118 hanno estratto dalle lamiere Fabrizio D’Aprile, di professione fornaio, e lo hanno trasferito presso l’ospedale “Perrino” di Brindisi. Qui è stato sottoposto ad accertamenti diagnostici e strumentali che hanno messo in rilievo diversi traumi riportati nell’impatto. Nel momento dello scontro c’erano alcune auto sul posto i cui conducenti hanno preferito dileguarsi anziché fermarsi. Solo un uomo di San Pancrazio è rimasto e si è messo a disposizione. Straziante l’arrivo dei parenti del Devicienti che hanno dovuto sottoporsi al rito del riconoscimento del congiunto. Successivamente il corpo è stato trasferito presso l’obitorio del cimitero di Mesagne a disposizione dell’autorità giudiziaria. Il giovane mesagnese viveva con i nonni nella pizzetta Luigi Galvani. Aveva svolto volontariato presso la locale associazione della Protezione civile e svolgeva lavori saltuari. Il ferito, Fabrizio D’Aprile, è un fornaio di Torre Santa Susanna, piuttosto conosciuto e stimato. Le indagini del sinistro stradale sono condotte dalla polizia locale che dopo aver fotografato lo stato dei luoghi ha ascoltato l’unico testimone che ha avuto il senso civico di fermarsi e mettersi a disposizione degli investigatori.  

Torna in alto