Menu

Mesagne. La Provinciale pronta tra 4 mesi. Sarà vero? In evidenza

incontro dei sindaci in provinciaSe non ci sono complicazioni la provinciale che collega Mesagne a San Pancrazio

sarà pronta fra quattro mesi. Esattamente nel prossimo mese di arile. E’ quando ha promesso il presidente della Provincia di Brindisi, Riccardo Rossi, ai sindaci di Mesagne e San Pancrazio che ieri mattina lo hanno incontrato per comprendere le difficoltà ancora esistenti che non permettono la ripresa dei lavori. Dunque, il presidente della Provincia, Riccardo Rossi, e il consigliere delegato, Giuseppe Pace, hanno incontrato ieri mattina, presso gli uffici della presidenza dell’ente, i sindaci dei comuni di Mesagne, Pompeo Molfetta, e San Pancrazio Salentino, Salvatore Ripa, e una delegazioni di cittadini e associazioni dei rispettivi territori, per esaminare lo stato di avanzamento dei lavori sulla strada provinciale 74 Mesagne-San Pancrazio, meglio nota come la “Strada del mare”, poiché rappresenta un tratto importante di congiungimento tra il mare Adriatico e lo Ionio. In particolare, i lavori interessano un tratto stradale, al momento sterrato e inutilizzato, che misura circa un chilometro. Il presidente Rossi, con l’ausilio della parte tecnica rappresentata dal dirigente dell’ente, ingegnere Vito Ingletti, ha tranquillizzato i presenti, comunicando loro che nei primi giorni della prossima sarà trasmessa alla Regione Puglia la polizza assicurativa fidejussoria, per lo spostamento di 27 alberi monumentali di ulivo, formalizzata anche grazie all’intermediazione della “Guido e Ferrienti srl”. Tale garanzia è un presupposto di legge necessario e obbligatorio per procedere poi al completamento dell’asfalto della strada e, contestualmente, si solleciteranno gli uffici regionali competenti ad accelerare l’iter autorizzatorio di loro competenza. Nel frattempo, già da oggi la ditta incaricata, la Imalto srl, riprenderà, condizioni meteo permettendo, i lavori sulla parte della strada non interessata dallo spostamento degli alberi. “Noi vigileremo su quanto promesso dal presidente Rossi – ha detto l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Mesagne, Roberto D’Ancona – poiché non possiamo permetterci ulteriori ritardi. Speriamo solo che la regione Puglia non debba riportare in commissione la polizza fidejussoria visto che la pratica è stata già esaminata nel maggio 2017. Basta solo allegare la polizza a garanzia dello spostamento degli alberi di olivo. Questa mattina il presidente Rossi telefonerà in Regione per assicurarsi con il funzionario incaricato che non vi siano ulteriori intoppi amministrativi che possano bloccare lo sradicamento degli alberi”. L’inizio dei lavori della provinciale è iniziato nel 2018, il termine non è possibile ancora determinarlo. Funzionale alla ristrutturazione della provinciale 74 è la circonvallazione di Mesagne i cui lavori sono ancora bloccati. Ma questa è un’altra storia.  

Torna in alto