Menu

Mesagne. Agenti in borghese contro l'inciviltà In evidenza

fantasia bartolomeoParte un nuovo servizio della polizia locale di Mesagne

per tenere la città pulita e abbattere gli atti di inciviltà. Da oggi alcuni agenti in borghese, con auto civetta, monitoreranno la città per individuare coloro che portano a guinzaglio il proprio cane e non raccolgono le deiezioni. Il servizio è scaturito a seguito di una vibrante protesta di cittadini indignati di sporcarsi di escrementi mentre camminano per strada o nei parchi cittadini. Il servizio è stato pianificato dal comandante, Bartolomeo Fantasia, di intesa con l’assessore alla polizia locale, Maria Teresa Saracino. Per attenuare il problema, nei mesi scorsi, l’Amministrazione Molfetta ha fatto installare nei parchi dei raccoglitori di deiezioni. Un posto, insomma, dove i conduttori possono depositare la busta con gli escrementi. Il risultato, però, non ha soddisfatto le aspettative. Da qui la necessità di intervenire con uno specifico servizio. Dunque, parte oggi a Mesagne il servizio per il decoro urbano, il controllo sui possessori dei cani e la verifica dei microcip. saracino maria teresa“Molte sono le lamentele pervenute al comando di polizia locale relative alla mancata raccolta delle deiezioni canine e al mancato uso del guinzaglio”, ha spiegato l’assessore Saracino che, in accordo con il comandante Fantasia, ha provveduto ad attivare un servizio di controllo dei parchi e delle strade con agenti in borghese. “L’obbligo dell’uso del guinzaglio, la raccolta delle deiezioni canine con l’obbligo di portare al seguito i sacchetti per il deposito degli escrementi degli animali è divenuta una priorità”, ha aggiunto l’assessore che, inoltre, ha lanciato un appello ai cittadino affinché “rispettino la normativa e l’ordinanza in vigore, di tenere pulita la nostra città, ricordando, inoltre, a tutti che è necessario munirsi di quanto necessario per la raccolta delle deiezioni dei propri animali”. Le norme per accudire i cani nei luoghi pubblici e per le passeggiate all’aperto, emanate su ordinanza del Ministero della Salute, sono chiare: “Le deiezioni – è scritto - dovranno obbligatoriamente essere raccolte. I proprietari sono inoltre, in ogni caso, responsabili sia a livello civile che penale di eventuali danni provocati dall’animale".  

Torna in alto