Menu

Mesagne. Pensionato inveisce contro i vigili e strappa la multa In evidenza

vigili urbani autoPotrebbe aver commesso alcuni reati penali

un pensionato di Mesagne che ieri mattina si è visto elevare una multa da due agenti della polizia locale in bicicletta per aver posteggiato il furgone in divieto di sosta e dopo aver marciato in controsenso. Adirato per l’azione dei vigili ha preso la multa e l’ha strappata gettandola ai loro piedi. Il comando della polizia locale in queste ore sta valutando su come procedere. Dunque, il vento di impunibilità che soffia da tempo su Mesagne, solo alcuni giorni fa le cronache si sono interessate di atti di vandalismo perpetrati ai danni di beni pubblici da ragazzini, sembra non voler cessare. Ieri mattina vittime del malcostume sono stati due vigili in bicicletta, un ragazzo e una ragazza che come ogni giorno stavano svolgendo il loro regolare servizio. Per la verità c’è da dire che da quando sono state assunte queste unità a tempo determinato le persone incivili che risiedono in città hanno avuto da ridire poiché gli agenti, durante l’estate, hanno elevato diverse contravvenzioni nei riguardi di coloro che non rispettano il Codice della strada e i regolamenti comunali. C’è stata una vera e propria campagna di disinformazione. Un linciaggio morale nei confronti di questi giovani che non facevano altro che far rispettare la legge. Così, ieri mattina due agenti in bicicletta sono giunti in via Albricci e hanno notato che un pensionato aveva posteggiato contromano e in divieto di sosta il proprio furgone, nei pressi del negozio di famiglia. I vigili hanno chiesto all’uomo se lo poteva spostare poiché non era posteggiato regolarmente e tra le altre cose intralciava il passaggio dei mezzi. Purtroppo il pensionato non ha spostato il furgone perciò i vigili lo hanno sanzionato elevando una contravvenzione. Non lo avessero mai fatto. L’uomo prima ha inveito con veemenza contro i vigili e poi gli ha strappato la multa gettandola ai loro piedi. I vigili hanno verbalizzato e fotografato il tutto e hanno proseguito il loro servizio. Il comandante Fantasia sta valutando come procedere. Potrebbe, infatti, decidere di denunciare il pensionato per oltraggio a un pubblico ufficiale, articolo 341 bis del codice penale, danneggiamento, articolo 635 de codice penale, per aver strappato la multa. Amareggiata l’assessore Saracino per i fatti accaduti. “I giovani sono quelli che pagano doppio la crisi - ha confessato - a loro sono state negate opportunità di lavoro per le condizioni negative, e sempre a loro verranno chiesti sacrifici da qui in avanti. Mi irrigidisco quando uomini di una certa età sono pronti a offendere chi con onestà, partendo da luoghi lontani per raggiungere il posto di lavoro, viene umiliato e denigrato solo perché svolge correttamente, con onestà e trasparenza il proprio lavoro”. L’assessore ha aggiunto: “I nostri vigili a tempo determinato sono prima di tutto giovani, poi esseri umani e infine agenti di polizia giudiziaria a tutti gli effetti. In molte occasioni i servizi sono svolti perché richiesti dal cittadino, lo stesso che appena viene toccato è pronto a respingere e contestare il rispetto delle regole che a quel punto valgono solo per gli altri”. Tuttavia, l’assessore ha tenuto a precisare che: “chiaramente questo vale per fortuna per pochissimi cittadini mesagnesi perché con grande piacere posso evidenziare il cambiamento positivo per il rispetto delle regole dettate dal Codice della strada per la stragrande maggioranza”. 

Torna in alto