Menu

Tentato furto in biblioteca. I ladri trovano libri ma non soldi In evidenza

biblioteca internoUn tentativo di furto è stato perpetrato la notte scorsa ai danni della Biblioteca comunale “Ugo Granafei” di Mesagne. La scoperta del fatto è stata fatta al mattino dai dipendenti quando giunti in ufficio hanno trovato una finestra rotta e alcuni manufatti fuori posto.

Probabilmente i ladri erano in cerca di soldi ma, evidentemente, non sapevano che all’interno della biblioteca possono trovare solo libri e giornali. Sulla vicenda indagano i vigili urbani di Mesagne. Ha destato non poca curiosità in città la notizia di un blitz delinquenziale portato a segno nella biblioteca comunale da parte di qualche individuo che, per la verità, da un po’ di mesi sta mettendo a segno dei colpi in zona. Il tutto per racimolare qualche euro, probabilmente, necessario ai “propri bisogni psicologici”.

Così, questo individuo è giunto nella parte retrostante della biblioteca comunale, che è ubicata in piazza IV Novembre, e ha forzato una finestra. Da qui si è calato all’interno con l’obiettivo, evidentemente, di trovare qualche euro. Il delinquente non era, sicuramente, a conoscenza che l’ingresso, il prestito di libri e gli studi che la biblioteca offre sono tutti gratuiti. Perciò, non ci sono soldi nelle casse. Il malvivente ha girovagato e poi con le mani vuote ha deciso di andare via. La scoperta dell’effrazione è stata fatta al mattino dai dipendenti quando sono giunti in ufficio e hanno trovato la finestra rotta e qualche manufatto in disordine. Dai primi accertamenti effettuati in biblioteca sembra che non sia stato trafugato nulla.

Secondo l’assessore alla Cultura, Marco Calò, si sarebbe trattato di una semplice ragazzata. “Alcuni individui hanno cercato di prendere qualcosa ma non ci sono riusciti. I danni sono stati quasi inesistenti e secondo noi si è trattato di una semplice ragazzata”, ha chiosato l’assessore Calò.

Ultima modifica ilGiovedì, 30 Agosto 2018 11:30
Torna in alto