Menu

Mesagne. Furto in pescheria, via con i soldi In evidenza

pescheria dellattiLadri in azione a Mesagne.

È accaduto la notte scorsa quando alcuni delinquenti hanno forzato l’ingresso di una pescheria e sono entrati all’interno svuotando la cassa. La scoperta del furto è stata fatta al mattino dal proprietario che ha notato l’effrazione. Sul posto è giunta una volante della polizia. Nelle immediate vicinanze non vi sono telecamere di videosorveglianza. Tuttavia, si pensa a giovani balordi in cerca di euro per sballarsi. La zona è sempre la stessa in cui vi sono band di ragazzi che “ciondolano” e infastidiscono residenti e passanti. L’episodio si è verificato la notte scorsa in via Albricci, il cuore del centro storico cittadino. Obiettivo dei delinquenti è stata la storica pescheria Dell’Atti. Qui sono arrivati e hanno forzato la serranda d’ingresso, poi si sono intrufolati dentro portando a termine il raid. In particolare la loro attenzione si è rivolta al registratore di cassa dove in genere il signor Dell’Atti lascia un po’ di contanti per dare il resto ai clienti il giorno dopo. Hanno arraffato i contanti depositati e sono fuggiti facendo la strada ritroso. La scoperta del furto è stata fatta al mattino quando il proprietario ha cercato di alzare la saracinesca e l’ha trovata forzata. È entrato all’interno e ha notato che la cassa era vuota. Non gli è rimasto altro da fare che comporre il numero del 113 e chiedere l’intervento dei poliziotti. Giunti sul posto gli agenti hanno cercato elementi utili alle indagini. Tra questi anche alcuni fotogrammi di telecamere di videosorveglianza presenti in zona nella speranza che qualcuna di queste possa aver ripreso i ladri. Questo furto ripropone nuovamente la particolare attenzione che merita il centro storico cittadino specialmente in questo periodo estivo quando la movida è in atto e nel borgo antico della città c’è tanta gente in giro. In questo caso la prevenzione dei reati è quanto mai necessaria per assicurare la dovuta sicurezza sia agli avventori sia ai commercianti.  

Torna in alto