Menu

Mesagne. La mancata manutenzione del parco Potì In evidenza

parco poti struttura in legnoRitornano i problemi al parco "Potì" di Mesagne.

O meglio la manutenzione ordinaria che latita e diventa, col tempo, straordinaria. Ne sanno qualcosa i gazebo in legno dove molte stecche decorative sono state rotte dagli avventori e nessuno le ha sistemate. Oltre che necessitano di una mano di pitturazione conservativa tutte le pertinenze in legno presenti anche in vista della stagione estiva. Tuttavia, quello della manutenzione pubblica è un problema che riguarda un pò tutta la città. Ad esempio altri grida di allarme giungono da piazza Unità d'Italia dove il piccolo giardino presente è lasciato in mano all'incuria, con erba ad altezza d'uomo, albero secco, e a bande di ragazzi che giorno dopo giorno lo stanno deturpando. Quindi sono due i problemi alla base di questi episodi: sicurezza e manutenzione. Nel parco "Potì" la sicurezza dovrebbe essere garantita in maniera costante poiché ogni giorno è meta di svago per famiglie con ragazzi a seguito. Sono centinaia gli avventori che usufruiscono di questo bello polmone verde cui andrebbe garantito un maggior controllo. Le telecamere di vigilanza ci sono, anche troppe, ma non forniscono in tempo reale la lettura dei fatti. Funzionano in remoto a fatti ormai accaduti per cercare di individuare i responsabili. Intanto in Comune si stanno attrezzando per fare fronte a questo problematiche. «Stiamo valutando se la riparazione dei gazebo in legno la possiamo fare con il nostro personale oppure dobbiamo esternalizzare il servizio - ha spiegato Roberto D'Ancona, consigliere comunale delegato alla manutenzione pubblica -. Tuttavia, stiamo anche valutando l'idea di assegnare la manutenzione generale del parco a una ditta specializzata in maniera tale che tutto funzioni al meglio, compresi i giochi dei bimbi. Se questa estate non ci sarà carenza idrica saranno attivati anche i giochi d'acqua». Non è tutto. «In cantiere abbiamo anche il progetto di creare qualche zona d'ombra per i genitori che aspettano i figli che giocano mentre l'ufficio sta per bandire una piccola gara per affidare un servizio straordinario di falciatura dei prati e dell'erba».  

Torna in alto