Menu

Arrestato per corruzione, ricettazione e detenzione abusiva di fucile In evidenza

carabinieri fucileI Carabinieri

hanno tratto in arresto, in flagranza di reato per istigazione alla corruzione, ricettazione e detenzione abusiva di arma clandestina, CARRUOZZO Vito Cataldo, 64enne di Villa Castelli. Nel corso di un servizio organizzato nelle contrade rurali di Villa Castelli, finalizzato ad infrenare i reati predatori nelle campagne, i militari in contrada Tagliavanti hanno proceduto a effettuare una perquisizione nell'abitazione dell'agricoltore. L'uomo, visti i Carabinieri e il motivo della loro presenza, è apparso subito sfuggente. Tale comportamento ha insospettito ulteriormente i militari che hanno proceduto ad eseguire una perquisizione nell'abitazione, nell'area circostante e nel garage di pertinenza. In quest'ultimo locale, sono state rinvenute 9 motoseghe di varie marche, un decespugliatore, una motozappa e un gruppo elettrogeno, attrezzatura perfettamente funzionante. Chiesta contezza in relazione al possesso, l'uomo non ha saputo fornire spiegazioni plausibili sulla provenienza. Dopo il rinvenimento degli attrezzi agricoli, in considerazione che i militari continuavano nella perquisizione all'interno dell'abitazione, l'uomo rivolgendosi a loro gli ha offerto la somma di 10.000 € affinché desistessero dal continuare nell'attività. Le ulteriori ricerche hanno consentito di rinvenire, occultato in un bustone di plastica nera, un fucile perfettamente funzionante calibro 36 con matricola abrasa. L'arma e i materiali rinvenuti sono stati sottoposti a sequestro. Su disposizione dell'Autorità Giudiziaria, dopo le formalità di rito, CARRUOZZO Vito Cataldo è stato sottoposto agli arresti domiciliari. Si invitano coloro i quali hanno subito il furto di attrezzatura agricola (motoseghe, decespugliatore, motozappa) a presentarsi negli uffici della Stazione Carabinieri di Villa Castelli, muniti della copia della denuncia a suo tempo formalizzata, per l'eventuale riconoscimento tra quelli sottoposti a sequestro.  (Foto archivio)

Ultima modifica ilVenerdì, 06 Aprile 2018 08:37
Torna in alto