Menu

Mesagne. Denunciati tre uomini per furto. Espulsi dall'Italia

volanteEncomiabile spirito di iniziativa

di un poliziotto fuori servizio. La famosa frase “un poliziotto in fondo non toglie mai la divisa” si adatta perfettamente a quanto accaduto mercoledì mattina a Mesagne. Mercoledì mattina, infatti, un poliziotto del Commissariato di P.S. di Mesagne, libero dal servizio, notava quella Fiat Stilo con targa tedesca che da tempo era stata attenzionata quale mezzo potenzialmente utilizzato da soggetti stranieri, provenienti dall’est, dediti ai furti. L’auto, con tre soggetti a bordo, veniva bloccata con l’ausilio di una pattuglia in servizio di volante che lo stesso poliziotto aveva chiamato. Condotti in Commissariato, si rinvenivano nella loro auto delle buste contenenti vari generi alimentari (bottiglie di liquore, numerose confezioni di grana padano ed altro) di cui non sapevano spiegare la provenienza. Inoltre, gli accertamenti su di loro permettevano di appurare che trattavasi di tre cittadini georgiani, uno dell’80, uno del ‘71 ed uno dell’88, irregolari sul territorio italiano e con precedenti per furti. Condotti presso l’ufficio Immigrazione della Questura, per due di essi veniva emesso l’ordine di allontanamento dal territorio italiano entro 7 giorni perché già destinatari di decreti di espulsione ed al terzo veniva notificato decreto di espulsione. L’auto, tra l’altro condotta senza patente, veniva sequestrata. Successiva attività di indagine permetteva di appurare che alcuni generi alimentari erano stati asportati da un supermercato mesagnese, degli altri non si riusciva a risalire al luogo dell’ammanco. I soggetti, pertanto, venivano denunciati a piede libero per furto, ricettazione e immigrazione clandestina. Agli stessi, altresì, veniva ordinato di abbandonare il territorio italiano entro 7 gg.  

Torna in alto