Menu

Il marito muore ma lei continua a percepire la pensione. Denunciata

bancomat-sportelloIl marito muore ma lei "dimentica"

di comunicarlo all'Inps e continua a percepire la pensione dal defunto attraverso la sua carta di credito. Il tutto per una somma complessiva di 2 mila euro. La scoperta dell'episodio è stata fatta dall'istituto previdenziale che ha presentato una denuncia per ciò che ha verificato. La donna di 71 anni, di nazionalità marocchina, è stata denunciata dai carabinieri per truffa aggravata e utilizzo improprio di carta di credito. La storia si è verificata a Latiano dove una coppia di anziani viveva da tempo. Lui italiano mentre lei è di nazionalità del Marocco. Qualche mese fa il marito della donna è deceduto e questa anziché comunicare all'Inps l'avvenuto decesso ha continuato a percepire la pensione. Ogni qualvolta aveva bisogno di contante si recava presso il suo istituto bancario e con il bancomat prelevava la somma desiderata. Purtroppo, per lei, dopo qualche mese le banche dati del Comune e dell'inps si sono incrociate e da qui è saltato fuori che l'uomo era deceduto da tempo. I responsabili dell'istituto previdenziale hanno presentato una denuncia ai carabinieri affinché verificassero i fatti. Così, i militari hanno avviato le indagini che ben presto hanno portato a chiarire l'intera vicenda. Dopo il decesso del marito la donna ha continuato a percepire la pensione e prelevarla dalla banca con la carta di credito del coniuge senza curarsi di comunicare l'avvenuto decesso. A quel punto i carabinieri si sono recati presso il domicilio della donna e l'hanno denunciata per truffa aggravata e utilizzo improprio di carta di credito. I carabinieri nell'ordinanza hanno scritto che la donna " si è procurata un ingiusto profitto ai danni dello Stato". Eppure in questo caso sarebbe bastato che la donna avviasse l'iter burocratico per usufruire della pensione di reversibilità senza violare la legge.  

Torna in alto