Menu

Mesagne. Il tar batte l'ufficio scolastico regionale

liceo coreutico sindaco Molfetta onorevole matarrelli assessore calo e preside guglielmiI docenti del liceo coreutico "Epifanio Ferdinando" di Mesagne

hanno ottenuto dal tar di Lecce una prima vittoria contro l'Ufficio scolastico regionale: ripristinare le ore didattiche. Il ricorso era stato presentato da sei docenti, assistiti dall’avvocato Rubina Ruggiero, per la mancata assegnazione di cattedre e ore, fondamentali per il regolare svolgimento dell’anno scolastico. Ciò, oltre a danneggiare gravemente l’istituto e gli stessi docenti privati del posto di lavoro, rappresentava anche una lesione al diritto allo studio di tanti studenti, in particolare di quelli dell’ultimo anno, che avrebbero dovuto affrontare l’esame di maturità senza aver avuto la possibilità di studiare, quest’anno, materie fondamentali dell’indirizzo. Adesso, la giustizia ha fatto il suo corso: dopo due udienze si è giunti alla pronuncia dell’ordinanza 615/2017, che intima all’Ufficio scolastico regionale di “ripristinare il piano orario dei precedenti anni scolastici quanto alle cattedre e alle ore di lezione riferibili agli odierni ricorrenti”. Entro il prossimo il 15 gennaio il ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca ha preso l'impegno di fornire una risposta definitiva. Il 2018 si prospetta, dunque, come un anno ricco di speranza per l’ indirizzo coreutico del liceo “Ferdinando” di Mesagne, fiore all’occhiello della sua città, che ha l’onore e il privilegio di ospitare un indirizzo presente in pochissime scuole della Puglia e dell’Italia tutta, che accoglie studenti provenienti da tutta la provincia di Brindisi e di Taranto e che ha dato moltissime opportunità di crescita ai suoi alunni, premiati con diverse borse di studio e scritturati in importanti compagnie di professionisti. L’istituto si era mobilitato con diverse proteste da parte di studenti, docenti, genitori e dirigente, che nel corso delle scorse settimane hanno manifestato il loro disagio ed anche la loro rabbia con cortei di protesta a Mesagne e a Brindisi. Il dirigente scolastico, Aldo Guglielmi, aveva inoltre coinvolto gli onorevoli Matarrelli e Ciracì, che avevano subito preso a cuore la causa presentando una interpellanza parlamentare. Il dirigente aveva inoltre finalmente incontrato, proprio qualche giorno fa, la dirigente dell’Ufficio scolastico regionale della Puglia, Cammalleri, alla quale aveva fatto presente le difficoltà dell’istituto e la necessità di intervenire con urgenza. Intanto, sono già iniziati gli «Open Day», che continueranno anche a gennaio: domenica 14 con lezioni di Tecnica della danza classica e Laboratorio coreografico della Danza Contemporanea, ai quali seguiranno esibizioni coreografiche degli alunni del 2° e del 4° anno; domenica 21 gennaio con uno stage gratuito di Tecnica della Danza Classica. Infine, sono previsti corsi di preparazione per i nuovi iscritti che dovranno sostenere l’audizione per l’ingresso nella scuola.  

Torna in alto