Menu

Mesagne. Tre auto incendiano il Natale

commissariato volante poliziaNon accennano a fermarsi gli atti delinquenziali a Mesagne.

Nei giorni scorsi altre due auto sono state date alle fiamme. Sul posto sono giunte squadre di vigili del fuoco del comando provinciale di Brindisi e le forze dell'ordine, polizia e carabinieri. Tocca a loro fare luce su questi inquietanti episodi che si sono verificati nella tarda serata di sabato. Il primo incendio si è verificato intorno alle ore 23,30 in via Palmanova, nei pressi di viale Indipendenza, dove è posteggiata in strada una Jeep Cherokee. A un tratto, per cause ancora in fase di indagine, dal motore è iniziato a uscire prima del fumo e poi delle fiamme. ben presto l'auto è stata avvolta dal fuoco. Lo scoppio dei finestrini ha fatto sobbalzare dal letto il proprietario che si è affacciato e ha visto l'auto che andava a fuoco. Inutili i tentativi di spegnere le fiamme con l'acqua. E' stato lanciato l'allarme e sul posto è giunta un'autobotte dei vigili del fuoco i cui operatori hanno spento le fiamme e messo in sicurezza la zona. Il fuoco, in ogni modo, aveva raggiunto la facciata dell'abitazione davanti alla quale era posteggiata la Jeep annerendola. Appena il tempo di rientrare in caserma e i vigili del fuoco sono stati chiamati nuovamente a Mesagne per un altro incendio di auto. Questa volta il mezzo era posteggiato in via Di Vittorio, rione Seta. A prendere fuoco un Mercedes Classe A. Le fiamme avevano coinvolto anche una seconda auto: una Lancia Y. Sul posto è giunta una volante della polizia. Anche qui gli agenti hanno controllato la zona alla ricerca di elementi che possano dare una lettura corretta degli accadimenti. Tuttavia, sembra che entrambi gli incendi siano di natura dolosa. Nelle prossime ore, dopo che i poliziotti avranno riascoltato i proprietari, potranno avanzare delle ipotesi investigative certe. Intanto, nella città di Mesagne si registra un'ondata di criminalità che sembra inarrestabile. Si va, infatti, dagli incendi di auto, diversi nell'ultimo mese, alle rapine. Su tutti gli episodi ci sono delle indagini in corso sia da parte della polizia sia dei carabinieri. Ad agire, quasi sicuramente, è la criminalità autoctona pur con moventi differenti.  

Torna in alto