Menu

La Coldiretti a Mesagne per il Ringraziamento In evidenza

coldirettiDopo alcuni anni di assenza finalmente

l’annuale appuntamento con la "Giornata del Ringraziamento", organizzata dalla Federazione provinciale Coldiretti di Brindisi, quest’anno si terrà a Mesagne. Giunta alla sua 67esima edizione, l’iniziativa, che raduna autorità, coltivatori diretti e imprenditori agricoli, è fissata per domenica 17 dicembre. “E’ momento di riflessione, di condivisione, ma anche di festa – spiega Sergio Botrugno, presidente Coldiretti Taranto -. E’ l’occasione per ricordare e ribadire il ruolo fondamentale dell’agricoltura al servizio di tutta la collettività nella produzione di alimenti sani e genuini e per far maturare nella società una maggiore attenzione verso il consumo di prodotti di stagione, locali e di qualità. La terra – aggiunge – è un bene comune da lavorare nel rispetto dell’ambiente e nella custodia della sua integrità”. Non a caso, “La terra ospitale” è il tema che è stato indicato quest’anno dalla Conferenza Episcopale Italiana per la Giornata Nazionale del Ringraziamento. “La terra, casa della vita e casa comune, è affidata alla responsabilità e alla creatività dell’uomo perché diventi una dimora accogliente per tutti. Ha sempre più a che fare con l’ospitalità, l’accoglienza e il turismo sostenibile – afferma Aldo Raffaele De Sario, direttore Coldiretti Brindisi -. Con il nostro grazie, confermiamo l’impegno a custodirla e a riaffermare i principi e i valori dell’agricoltura e del suo importante ruolo a presidio e custodia del territorio e della sua vocazione agricola”. Questo, il programma della giornata. Per le ore 12, presso la parrocchia di Santa Maria, è prevista la celebrazione della santa messa, presieduta dall’arcivescovo monsignor Domenico Caliandro. Durante l’offertorio, saranno portati all’altare, in segno di gratitudine al Signore, i prodotti genuini della terra, che connotano le realtà agricole dei vari comuni dell’intera provincia ionica: cesti con i frutti della terra e del lavoro dell’uomo. Terminata la celebrazione eucaristica, saranno benedetti i mezzi agricoli, che dalla prima mattinata, saranno in piazza Garibaldi. Saranno presenti anche le autorità civili e militari.  

Torna in alto