Menu

Mesagne. 500 mila euro per l'edilizia scolastica In evidenza

scuola media materdona - RIFACIMENTO FACCIATA 3L'edilizia scolastica con opere di prevenzione è tra gli obiettivi

che l'Amministrazione Molfetta si è preposto. Per tale motivo nei giorni scorsi è stato concesso un contributo di 500 mila euro per opere di mantenimento del decoro e funzionalità dei plessi "Moro e Materdona". La giunta comunale di Mesagne ha avviato un articolato programma di “Verifica di vulnerabilità statica e dello stato di affidabilità delle strutture scolastiche di proprietà comunale”. Con tale atto la giunta comunale un procedimento di valutazione delle condizioni attuali di sicurezza degli edifici scolastici in termini di studio diagnostico strutturale ed eventuale valutazione della vulnerabilità sismica con particolare priorità data agli edifici realizzati in cemento armato; edifici realizzati nel periodo compreso tra il 1945 e il 1978; edifici sottoposti a particolari esposizioni ambientali. L’interesse mostrato verso l’edilizia scolastica da parte dell'Amministrazione è iniziato già con la partecipazione al bando di finanziamento “Indagini diagnostiche dei solai degli edifici pubblici scolastici” per individuare gli istituti scolastici che saranno oggetto delle ispezioni, il Miur ha indetto una procedura pubblica per ottenere le candidature da parte degli enti locali", ha spiegato l'assessore Palma Librato. Così, sono stati finanziati due studi: uno per la scuola "Maia Materdona" per un importo di 7 mila euro per la scuola primaria Giovanni XXIII per un importo di 8 mila euro finanziato a dicembre 2015. Lo studio "Migliore Stass Associati" di Napoli condurrà gli studi per l’Amministrazione, iniziando, così, la campagna di conoscenza dello stato di sicurezza delle scuole comunali e attivare gli iter di aggiornamento di agibilità degli edifici pubblici. "Inoltre, ci sono stati concessi altri finanziamenti grazie all’azione sinergica dell’Amministrazione comunale e del dirigente scolastico dei plessi "Maya- Materdona e Aldo Moro", Mariolina Faggiano-Semeraro, dal titolo “Scuole belle” che ha concesso la somma di 200 mila euro per il plesso "Aldo Moro" e 300 mila euro per il plesso "Maya Materdona" riguardante opere di mantenimento del decoro e funzionalità degli immobili", ha concluso l'assessore Librato. Nei mesi scorsi la progettualità scolastica messa in campo dall'Amministrazione aveva consentito l’inserimento delle due scuole nell’elenco Rendis del Ministero della pubblica istruzione che ha portato a verificare attentamente e immediatamente lo stato delle due scuole e predisporre interventi puntuali ed immediati effettuati durante le vacanze di Natale 2016-2017. In particolare per il secondo istituto si sono resi necessari alcuni accorgimenti di restrizione di accessibilità di alcune aree e aule, compreso il porticato di accesso.  

Torna in alto