Menu

Mesagne. La pista ciclabile, monumento dell'indifferenza

pista ciclabile via marconiLa pista ciclabile di Mesagne? E' ancora lì, in via Guglielmo Marconi

come un monumento poco utilizzato. Le promesse di un suo smantellamento, fatte dall'Amministrazione Molfetta, per il momento sono cadute nel vuoto. Così, come le aspettative dei cittadini che da anni attendono la smobilitazione della pista e una sua collocazione differente poiché in contraddizione con l'attuale sostenibilità motoria della più importante arteria viaria cittadina. Nella fase embrionale è ancora il progetto "Eurovelo 5" che dovrebbe finanziare una rete viabile ciclistica urbana così come il piano strade nelle cui pieghe dovrebbero essere trovati i finanziamenti per togliere la pista e allargare la strada. Ormai sono diversi lustri che in città c'è un movimento di opinione, civico e politico, che ribadisce che il tracciato, così come è stato concepito, non funziona. O meglio funziona poco e i vantaggi sono del tutto inesistenti. Eppure il suo smantellamento è stata una promessa fatta dall'attuale sindaco Pompeo Molfetta durante la campagna elettorale. Oggi a due anni dal suo insediamento la pista ciclabile è ancora lì. L'ennesima "cattedrale nel deserto". Nell'ottobre 2016 l'Amministrazione comunale decise di congelare la ristrutturazione, dal costo di 160 mila euro, e l'opera inserita nel piano strade. Tuttavia, i mesi sono trascorsi, dal luglio 2016 quando fu annunciato l'investimento di 3 milioni di euro per il piano strade, e nulla è stato fatto. Almeno finora. Promessa elettorale disattesa e mugugni anche in qualche frangia della maggioranza che teneva particolarmente allo smantellamento della pista. Sull'argomento è intervenuto l'assessore ai Lavori pubblici, Palma Librato, che ha fatto il punto della situazione. "Posso affermare con certezza - ha spiegato l'assessore Librato - che per il piano strade sono state concluse le fasi procedurali delle prime due gare di appalto, da 500 mila euro ciascuna, e siamo nella fase di aggiudicazione". Secondo la pianificazione dell'Amministrazione comunale la prima strada che sarà completamente ristrutturata è via Torre. Resta, però, il nodo della pista ciclabile. "Per la pista ciclabile - ha aggiunto l'iperassessora - siamo nella fase del progetto esecutivo inserito nella progettazione di "Eurovelo5"". Dichiarazione da cui si evince che i tempi procedurali per lo smantellamento della pista saranno piuttosto lunghi e potrebbero andare ben oltre l'attuale legislatura.  

Ultima modifica ilMartedì, 02 Maggio 2017 12:12
Torna in alto