Menu

Mesagne. Muore centauro mesagnese di 35 anni. Di Pasquetta i funerali In evidenza

brindisi mesagne landolfa stefano 1Tragico sinistro sulla strada dei colli,

landolfa luogo dellincidentetra Fasano e Alberobello, dove un centauro mesagnese, Stefano Landolfa di 35 anni, di professione rappresentante, è andato a schiantarsi con la sua moto su di un camper che viaggiava in senso contrario. Uno scontro che è stato fatale per il giovane. E' stato soccorso e trasferito presso l'ospedale "Perrino" di Brindisi dove è deceduto. Lascia la moglie e un bimbo di tre mesi. Sul sinistro indagano i carabinieri di Fasano. Il 10 agosto del 2009 era deceduta la sorella di Stefano, Maria Rita, in un incidente stradale.

La città di Mesagne è rimasta attonita alla notizia della morte del giovane Stefano Landolfa, il 35enne mesagnese rappresentante di prodotti medicali, molto conosciuto e stimato in città. Figlio di Franco, noto ingegnere, e di Cosima Dellegrottaglie, dentista, lascia la moglie Roberta, consulente fiscale, e un bimbo, Francesco, di tre mesi. La gioia della famiglia e dei nonni.  Stefano aveva studiato al liceo scientifico “Epifanio Ferdinando” e poi, una volta acquisita la maturità, aveva deciso di seguire la professione della madre e si era iscritto alla facoltà di Odontoiatria presso l’università degli studi di Parma conseguendo la laurea a pieni voti. Aveva aperto una sua attività: la “Deltaline medicali”. In pratica si occupava di attrezzature medicali per studi medici. Per la sua serietà e professionalità si era fatto apprezzare da molti. Stefano era particolarmente sensibile ai problemi sociali tanto che aveva fornito la sua disponibilità a fornire gratuitamente materiale medico a gente indigente. Lo faceva in silenzio e lontano dai riflettori. Lui era così. Nei suoi hobby c’erano la palestra e la moto. In palestra era ben voluto da tutti poiché con il suo sorriso riusciva a superare tutti i problemi. Poi c’era l’hobby della moto. Ogni volta che poteva, infatti, saliva in sella alla sua due ruote e partiva verso mete da visitare. Poi, alcuni anni fa aveva conosciuto Roberta. Un colpo di fulmine. Se ne era subito innamorato e, dopo un periodo di corteggiamento, nel 2013 i due si erano sposati. Anni felici e spensierati. Il 15 gennaio scorso nella famiglia di Stefano e Roberta era arrivato Francesco. Un pupo di quasi quattro chili che aveva arricchito il loro amore e quello dei nonni. Già i nonni. La morte prematura di Stefano è stato un altro brutto colpo per Franco Landolfa e Cosima Dellegrottaglie. Infatti, il 10 agosto del 2009 la loro figliola Maria Rita era rimasta coinvolta in un sinistro stradale ed era deceduta.  La ragazza si trovava a bordo di un’Alfa 156 che si era andata a schiantare contro un albero presente in un podere limitrofo la carreggiata lungo la provinciale che collega Mesagne a San Pancrazio Salentino. I funerali saranno celebrati nella giornat di lunedì alle ore 11,30 in chiesa Madre.

landolfa la moto

Ultima modifica ilLunedì, 17 Aprile 2017 10:02
Torna in alto