Prefettura. Il cittadino sentinella del suo territorio per prevenire episodi criminali

Luglio 31, 2021 601

Il cittadino sentinella del suo territorio per prevenire episodi criminali. È il sunto della riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica sui danneggiamenti delle colture vitivinicole verificatesi a Cellino San Marco che si è svolta ieri mattina presso la prefettura di Brindisi. All’incontro, presieduto dal prefetto Bellantoni e svoltasi alla presenza dei vertici territoriali delle forze dell’ordine, hanno partecipato il sindaco di Cellino San Marco e i rappresentanti provinciali della Coldiretti, Confagricoltura, Cia e Copagri. È stato oggetto di analisi il fenomeno relativo ai reati in agricoltura con particolare riferimento ai recenti danneggiamenti delle colture vitivinicole, per cogliere le chiavi di lettura, che sono oggetto di approfondimento investigativo in corso. Meno di un mese fa, il 29 giugno, era stato distrutto un intero vigneto dell’azienda agricola “Masseria Li Veli”.

Ed ancora prima qualcuno aveva appiccato il fuoco a un camion di Cantine Due Palme e lo sparo intimidatorio, di alcuni colpi di fucile, contro l’abitazione di Angelo Maci, presidente della Due Palme. Il prefetto Bellantoni ha invitato le associazioni di categoria a sensibilizzare i propri assistiti a presentare una tempestiva denuncia che può rendere ancora più efficace l'attività di indagine delle forze di polizia. I rappresentanti di categoria, da parte loro, si sono impegnati a sensibilizzare, in questo senso, i propri consociati, assicurando la massima collaborazione a supportare l’imprenditoria agricola anche in un percorso di ascolto, quali "sensori" del disagio e delle eventuali insidie provenienti dal mondo criminale. Al termine della riunione, il prefetto ha tracciato due linee di azione: da un lato l’intensificazione  dei servizi di prevenzione e di  controllo del  territorio da parte delle forze di polizia nei territori maggiormente colpiti, dall’altro la programmazione di iniziative di prevenzione, con la collaborazione dell’Amministrazione locale e delle associazioni  di categoria,  volte al rafforzamento dei sistemi di sicurezza passiva; inoltre, verranno sviluppate quelle forme di collaborazione  che si inseriscono  nel cosiddetto  “accordo di vicinato”, stipulando con il Comune il protocollo di vicinato.

Tale strumento valorizza, nel contempo, il contributo qualificato che ogni cittadino può fornire attraverso l'osservazione del territorio, segnalando alle forze di polizia fatti e movimenti sospetti. Su tali proposte collaborative è stata espressa piena condivisione da parte del Sindaco di Cellino San Marco e dalle associazioni di categoria.

---------------

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci