Articoli filtrati per data: Martedì, 08 Settembre 2020

Intervento dei vigili del fuoco questa sera intorno alle ore 19 nel centro storico di Mesagne a causa di alcuni vetri delle finestre dello stabile dell'ex Cassa di Risparmio di Puglia che, per cause ancora in fase di ricostruzione, sono andati in frantumi. Fortunatamente non c'è stato nessun ferito. I vigili sono saliti con le scale sul prospetto per togliere i pezzi rimasti bloccati nelle finestre. La struttura in disuso da diversi anni è stata acquisita da una società che la dovrebbe trasformare in centro ricettivo di alto livello. Un'ispezione dello stabile potrà fare chiarezza sulle cause che hanno portato i vetri a rompersi.  

 

 

Per restare aggiornato seguici e metti “Mi piace ” sulla nostra paginaFacebook.  Ricordiamo che cliccando “Mi piace” sulla pagina Facebook de il Gazzettino di Brindisi è possibile seguire tutte le news. Se vuoi interagire con la redazione contattaci .

Pubblicato in Cronaca

Mesagne: consegnati oggi i lavori per il potenziamento della rete fognaria della città. Un chilometro e mezzo di condotte per un importo complessivo di un milione di euro. Sono stati consegnati oggi i lavori di Acquedotto Pugliese per il rifacimento e il potenziamento della rete fognaria della città Mesagne. Un importante lavoro per la città, dell’importo di un milione di euro, realizzato in sinergia con l’Amministrazione Comunale di Mesagne.

“L’intervento programmato – ha spiegato il sindaco di Mesagne, Toni Matarrelli -  servirà a risolvere in modo definitivo un problema datato. Grazie ad una proficua collaborazione con Aqp, abbiamo deciso di intervenire per risolvere le criticità di diverse vie comunali, a beneficio delle aree direttamente interessate dai lavori e prevedendo un miglioramento che ricadrà sulla rete complessiva di funzionamento del sistema fognario cittadino”.

matarrelli firma contratto aqp 2“L’avvio dei lavori sulla rete fognaria di Mesagne – commenta il Coordinatore Industriale e Direttore Reti e Impianti di Acquedotto Pugliese, Francesca Portincasa -  rappresenta un ulteriore tassello nel piano degli interventi di Acquedotto Pugliese su tutto il territorio servito. L’intervento consentirà di rispondere in modo puntuale alle esigenze della cittadinanza e rendere sempre più efficiente il servizio sull’abitato”.

L’intervento, della lunghezza complessiva di 1,5 chilometri, interesserà via Tancredi Normanno, via Beomondo Normanno, via Udine, via Granafei e via Manfredi Svevo. La durata dei lavori è di 3 mesi circa. Le opere saranno programmate di concerto con l’Amministrazione di Mesagne e il Comando di Polizia Municipale della città, al fine di non arrecare disagi alla viabilità cittadina.

Sulla città di Mesagne, Acquedotto Pugliese, in collaborazione con l’Amministrazione di Mesagne e la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Provincie di Lecce, Brindisi e Taranto, sta proseguendo con i lavori di sostituzione della rete idrica e fognaria nel centro storico dell'abitato. L’appalto di oltre 5 milioni di euro, ha visto la sostituzione di 2,7 chilometri di nuove condotte idriche e di 3,7 chilometri di nuovi collettori fognari, la sostituzione di quasi 150 pozzetti di fognatura e l’allacciamento di quasi 400 utenze idriche e fognarie. 

Nell’ambito delle attività, particolare attenzione è dedicata alla rimozione e alla ricollocazione in opera dei rivestimenti in pietra calcarea che caratterizzano la pavimentazione delle strade della Mesagne antica, nonché alla salvaguardia di pregevoli reperti rinvenuti in piazzetta Sant’Anna dei Greci, patrimonio unico della storia e della cultura del territorio.

 

 

Per restare aggiornato seguici e metti “Mi piace ” sulla nostra paginaFacebook.  Ricordiamo che cliccando “Mi piace” sulla pagina Facebook de il Gazzettino di Brindisi è possibile seguire tutte le news. Se vuoi interagire con la redazione contattaci .

Pubblicato in Politica

Si è svolta a Palagiano la 23esima edizione del premio che ha conferito il riconoscimento a “Tofu e la magia dell’arcobaleno”

Serata emozionante quella di sabato 5 settembre per la cantante, attrice e ora anche scrittrice Luisa Corna: sul palco della 23esima edizione del Magna Grecia Awards, la cantante ha ricevuto il premio “per un libro dai contenuti forti che parla ai più piccoli anche attraverso il linguaggio universale della musica”. Questa la motivazione che ha spinto la giuria a conferire il premio al primo successo editoriale di Luisa Corna, “Tofu e la magia dell’arcobaleno”, una favola sul bullismo e sull’amicizia, presentata durante la serata con il regista e scrittore Fabio Salvatore, ideatore della kermesse.

All’evento, dedicato a Nadia Toffa inviata delle “Iene”, e patrocinato dal Mibact e Regione Puglia, ha partecipato anche il regista e scrittore Federico Moccia.

 

Per restare aggiornato seguici e metti “Mi piace ” sulla nostra paginaFacebook.  Ricordiamo che cliccando “Mi piace” sulla pagina Facebook de il Gazzettino di Brindisi è possibile seguire tutte le news. Se vuoi interagire con la redazione contattaci .

Pubblicato in Attualità
Martedì, 08 Settembre 2020 16:51

Smart Working a Brindisi in barca a vela

Venerdì 11 settembre 2020 si terrà l’incontro con la città per presentare il progetto “Sea Working Brindisi” per rendere la città una meta ideale per gli smart workers che è stato lanciato attraverso il contest per vincere 10 giorni di vita e lavoro in barca a vela e che ha già avuto un grande successo a livello nazionale.

In seguito all’aumento dei lavoratori agili causato dall’emergenza Coronavirus, che rappresenta un’opportunità per le aree marginali e per il sud Italia, Brindisi si candida per intercettare una domanda di viaggiatori in forte crescita, preparandosi ad accogliere nuovi visitatori e abitanti.

Nasce così Sea Working Brindisi, un’iniziativa totalmente autofinanziata e resa possibile grazie ad una rete di sponsor locali e nazionali, che parte con un contest per vincere 10 giorni di vita e lavoro in barca a vela a Brindisi. La notizia è stata ripresa da alcune tra le più importanti testate nazionali e sta riscuotendo successo con centinaia di candidature.

L’incontro, che si terrà presso Palazzo Guerrieri a partire dalle 18:00, sarà un importante momento di condivisione degli obiettivi e del percorso partecipato che la città desidera mettere in atto. L’obiettivo sarà anche riflettere con i partecipanti su proposte, servizi ed agevolazioni utili per posizionare Brindisi come meta adatta a questo tipo di viaggiatori, e come primo modello in Italia di una iniziativa strutturata in tale direzione.

A presentare il progetto Sea Working Brindisi e i primi risultati del contest, il sindaco della città Riccardo Rossi e l’ideatrice dell’iniziativa Emma Taveri, CEO di Destination Makers.

“Abbiamo scelto di donare Sea Working alla città facendo seguito al percorso di valorizzazione della destinazione avviato anni fa con Brindisi is My Destination - sostiene Emma Taveri, ideatrice della campagna - Siamo entusiasti della grande visibilità che Brindisi e il progetto stanno ricevendo, e  desiderosi di coinvolgere in questo percorso tutti coloro che decideranno di investire insieme a noi sulla crescita della città.”

A seguire ci sarà spazio per un dibattito aperto a chi vorrà contribuire a questo percorso di co-creazione della destinazione, unito alle testimonianze di alcune persone che hanno scelto Brindisi come luogo per vivere e lavorare da remoto negli ultimi mesi.

L’incontro è aperto a tutti ed è fissato per venerdì 11 settembre 2020, a Palazzo Guerrieri, dalle 18:00 alle 20:00.

 

 

Per restare aggiornato seguici e metti “Mi piace ” sulla nostra paginaFacebook.  Ricordiamo che cliccando “Mi piace” sulla pagina Facebook de il Gazzettino di Brindisi è possibile seguire tutte le news. Se vuoi interagire con la redazione contattaci .

Pubblicato in Sport

Il presidente della Regione Puglia, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi martedì 8 settembre 2020 in Puglia, sono stati registrati 3.590 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 143 casi positivi: 74 in provincia di Bari, 8 in provincia di Brindisi; 10 in provincia BAT, 12 in provincia di Foggia, 3 in provincia di Lecce, 33 in provincia di Taranto, 1 fuori regione, 2 provincia di provenienza non nota.

Sono stati registrati 3 decessi: 2 in provincia di Bari e 1 in provincia di Taranto.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 331.919 test.

4154 sono i pazienti guariti.

1321 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 6.042, così suddivisi:

2209 nella Provincia di Bari;

487 nella Provincia di Bat;

722 nella Provincia di Brindisi;

1452 nella Provincia di Foggia;

704 nella Provincia di Lecce;

415 nella Provincia di Taranto;

50 attribuiti a residenti fuori regione;

3 provincia di residenza non nota.

 I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 8.9.2020 è disponibile al link: undefined

^^^^^^^

DICHIARAZIONI:

Dichiarazione Dg Asl Bari Antonio Sanguedolce: “Il bollettino epidemiologico registra oggi 74 casi di positività al Sars Cov 2- in provincia di Bari di cui 55 fanno riferimento alla attività di sorveglianza del Dipartimento di prevenzione in corso in una azienda di Polignano a Mare. 12 dei casi riscontrati oggi invece - prosegue Sanguedolce - sono contatti stretti di positivi già individuati e sotto sorveglianza, 3 sono rientri dall’estero e altri 4 casi sui quali sono indagini in corso per individuare origine e fattori di rischio”.

Dichiarazione Dg Asl Bt Alessandro Delle Donne: “5 casi sono contatti stretti di positivi registrati nei giorni scorsi e 3 sono casi sintomatici. Su altri 2 casi è in corso indagine epidemiologica a cura del Dipartimento di  Prevenzione”.

Dichiarazione Dg Asl Brindisi Giuseppe Pasqualone: "Dei casi positivi registrati in provincia di Brindisi, due sono contatti stretti di casi già accertati. Il terzo, invece, è una persona che ha manifestato sintomi riconducibili a una infezione da Coronavirus ed è stata sottoposta a tampone su indicazione del medico di medicina generale. Gli altri riguardano l’attività di sorveglianza epidemiologica nell’azienda di Polignano a Mare (Ba)”.

Dichiarazione Dg Asl Foggia Vito Piazzolla: “I nuovi casi positivi in provincia di Foggia sono 10. Di questi: 3 sono contatti di casi già noti; 2 sono persone rintracciate durante l'attività di screening; 2 sono cittadini stranieri presenti sul territorio provinciale; 3 sono le persone sintomatiche individuate grazie alla segnalazione dei medici di medicina generale”.

Dichiarazione Dg Asl Lecce Rodolfo Rollo: “Dei casi registrati oggi dalla Asl Lecce, uno è un contatto stretto di un caso già noto e due sono stati accertati con il consueto screening che viene eseguito all’accesso al pronto soccorso”.

Dichiarazione Dg Asl Taranto Stefano Rossi: “Dei 33 casi Covid, attribuiti per residenza a Taranto, 16 sono relativi all’indagine epidemiologica nell’azienda di Polignano a Mare (Ba).

Altri casi sono relativi ad una RSA già oggetto di focolaio; altri ancora sono casi di contatti positivi riscontrati a seguito di indagine epidemiologica del Dipartimento di Prevenzione; altri, infine, sono casi positivi che sono stati rilevati grazie all’azione di triage svolta dai medici di medicina generale o dalle USCA”.

 

 

Per restare aggiornato seguici e metti “Mi piace ” sulla nostra paginaFacebook.  Ricordiamo che cliccando “Mi piace” sulla pagina Facebook de il Gazzettino di Brindisi è possibile seguire tutte le news. Se vuoi interagire con la redazione contattaci .

Pubblicato in Attualità
Martedì, 08 Settembre 2020 15:58

Avviso per il trasporto degli alunni disabili

Per il prossimo anno scolastico, il servizio trasporto alunni disabili che frequentano la scuola dell'obbligo nel territorio del Comune di Brindisi avverrà con le medesime modalità e procedure sinora applicate.

Per usufruire del servizio, sarà necessario compilare in ogni sua parte il modello di domanda da inviare esclusivamente a mezzo pec del Comune di Brindisi secondo l’indirizzo indicato sull’istanza (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

Pubblicato in Attualità

Sono in arrivo svariati progetti per il potenziamento della tutela della Riserva Naturale dello Stato e Area Marina Protetta di Torre Guaceto e per la rinaturalizzazione delle aree degradate. 

Il Consiglio di Amministrazione che si è tenuto nelle ultime ore ha approvato ben quattro progetti. 
Il primo punta a rendere le strutture del Consorzio completamente sostenibili con l’implementazione delle guanine fotovoltaiche già predisposte sugli edifici nelle disponibilità dell’ente, l’efficientamento degli impianti e la realizzazione di una stazione di ricarica per mezzi elettrici. 
Il secondo prevede un miglioramento dei segnalamenti del perimetro dell’AMP, l’installazione di un sistema di videosorveglianza che permetta un costante monitoraggio dell’area protetta e la realizzazione di un approdo per i mezzi nautici del Consorzio e delle forze dell’Ordine. 
Il terzo punta al potenziamento del contrasto alla pesca di frodo non solo all’interno dell’AMP di Torre Guaceto, ma anche nella Zona Speciale di Conservazione “Torre Guaceto e Macchia San Giovanni”, alla predisposizione del Piano di gestione della pesca nella ZSC, e ad alla realizzazione di azioni di informazione e formazione nell’AMP. 
Il quarto intervento si concentrerà sulla zona di Apani ed è finalizzato alla rinaturalizzazione di un’area che negli anni ha subito un forte impatto antropico. 
Non solo, nella stessa seduta, i consiglieri di Amministrazione hanno dato mandato legale per la querela di quanti nell’ultimo periodo hanno leso l’onorabilità dell’ente e diffuso informazioni false e diffamanti attraverso social ed articoli di giornale. 
“Abbiamo svolto un Cda molto importante per la riserva – ha dichiarato Corrado Tarantino, presidente del Consorzio di Gestione dell’area protetta -, nel corso dell’ultima riunione abbiamo deciso di dare seguito alle iniziative intraprese per la salvaguardia e la tutela di Torre Guaceto rispetto all’impatto antropico ed ai cambiamenti climatici. Gli interventi deliberati ci consentiranno di affrontare queste problematicità da tre fronti: miglioramento infrastrutturale attraverso il reperimento di finanziamenti pubblici, rafforzamento dei rapporti con le Autorità preposte al controllo e ad alla repressione degli abusi messi in atto ai danni della riserva attraverso la stipula di convenzioni utili ad andare incontro anche alle esigenze delle forze dell’Ordine, proseguo delle attività di educazione ambientale per un potenziamento della cultura del rispetto dell’ambiente, attraverso progetti con le scuole e le associazioni attive sul territorio. Abbiamo deciso di muoverci in questo modo perché – ha chiuso Tarantino –, siamo convinti che la sola repressione non sia sufficiente se si vuole tutelare davvero Torre Guaceto”.


Per restare aggiornato seguici e metti “Mi piace ” sulla nostra paginaFacebook.  Ricordiamo che cliccando “Mi piace” sulla pagina Facebook de il Gazzettino di Brindisi è possibile seguire tutte le news. Se vuoi interagire con la redazione contattaci .
 
Pubblicato in Attualità

Distribuiti oltre 8.000 kit ai Medici di Medicina Generale per l’esecuzione dei test sierologici per SARS-CoV-2 al personale docente e non docente degli Istituti scolastici della provincia di Brindisi. Lo screening è nazionale e sarà effettuato, gratuitamente e su base volontaria, fino a una settimana prima dell’inizio delle attività didattiche.

“Il personale docente e non docente dovrà contattare telefonicamente il proprio medico per programmare l’esecuzione del test – dichiara Angelo Greco, Coordinatore dei Distretti socio-sanitari che ha curato i rapporti con i Medici di Medicina Generale e ha predisposto le operazioni di distribuzione. Nel caso di personale scolastico privo di medico curante nel luogo di domicilio lavorativo - continua - il test sarà eseguito dal Servizio di Igiene e Sanità Pubblica del Dipartimento di Prevenzione della Asl Brindisi, previa dichiarazione sostitutiva di atto notorio attestante lo status lavorativo”.

I medici di famiglia che non hanno aderito all’iniziativa sono stati invitati a trasmettere al Dipartimento di Prevenzione l’elenco delle persone da sottoporre al test e contestualmente ad informarle circa le modalità per effettuare il sierologico negli ambulatori del SISP tramite prenotazione al numero dedicato 0831 537190. Chi dovesse risultare positivo al test sarà sottoposto a tampone non oltre le 48 ore dall’esito del sierologico.

 

 

Per restare aggiornato seguici e metti “Mi piace ” sulla nostra paginaFacebook.  Ricordiamo che cliccando “Mi piace” sulla pagina Facebook de il Gazzettino di Brindisi è possibile seguire tutte le news. Se vuoi interagire con la redazione contattaci .

 
Pubblicato in Comunicati Stampa
Martedì, 08 Settembre 2020 13:13

L’Historia di Mesagne in pillole: Spigolature

(di Domenico Urgesi) Concludiamo la rapida carrellata sull’opera di Diego Ferdinando, con alcuni spunti di curiosità, espressi con le sue stesse parole.        

Il primo stemma di Mesagne

«Inoltre, si vedrà l’effigie del Sole posta tra le spighe di frumento e scolpita su una pietra quadrata in una delle torri che, dal lato Meridionale, racchiudono le mura della nostra Città; e le spighe, poste sotto il Sole da entrambe le parti, che – si pensa – [siano] tra gli antichi simboli di Messapia [Mesagne], vogliono significare che anticamente i Messapi adoravano il Sole.»

Un gioco dei fanciulli con le monete

«… Da ciò l’antica usanza dei fanciulli, ed il gioco di lanciare in alto i denari, e di presagire la sorte scegliendo o “testa” o “Nave”, genera in noi non poca fiducia nell’antichità. La moneta così contrassegnata, [come dice] Macrobio nel primo libro, capitolo 7 dei Saturnali, anche oggi è avvertita nel gioco dei dadi, quando i fanciulli, gettando in alto i denari, esclamano “Testa” o “Nave” in un gioco [che è] testimone dell’antichità…».

L’Artopticus: La “frisa” ai tempi di Diego

«… quello che noi [chiamiamo] Arton, gli stessi Romani lo denominano Pane. Da ciò Artopta in Plinio nel libro 18, cap. 11, o Artopta in Plauto, [vocabolo] con cui chiamavano la donna fornaia, o il vasellame in cui veniva cotto il pane abbrustolito detto Artopticus».

La Vuttisciana

«Da ciò [gli eruditi] sembrano spiegare la ragione di quella parola [vedi in appresso Vuttisciana], di cui ci serviamo non solo in Messapia, ma in tutta la Regione; vale a dire il giorno in cui non ci asteniamo per nulla dalle attività, poiché Giano, sia che fosse istruito da Saturno che accolse come ospite, oppure che fosse animato dal suo stesso genio e dalla [sua] saggezza, fu promotore dell’[attività] di piantare e seminare, e coltivare i campi {la ragione}, ed insegnò gli altri lavori per il vantaggio degli uomini, e per la coltivazione della terra. Perciò il giorno, in cui si fanno tutte queste cose, veniva chiamato Vuttisciana, vale a dire, “giorno di Giano”, o “ritratto [la personificazione] di Giano”.»

Il castello Orsiniano di Mesagne

«Giovanni Antonio del Balzo Orsini […] A Mesagne, in verità, presso cui era solito recarsi spesso per via dell’aria più salubre e per diletto, costruì una Fortezza o grande Torre nei pressi del Castello vecchio…».

«… E, da una cerchia più grande, forse di tre miglia (da cui prima era recinta) fu ristretta ad una di un miglio, trincerata da fossati, mura, torri e munita di una Fortezza nel lato Boreale ed occidentale. Di questa Fortezza (che era chiamata Castello Vecchio), la parte boreale, subìta la forza del tempo, crollò, ed il Principe dell’Avetrana volle abbattere negli anni passati <1630> la parte occidentale, in verità provvista di archi e fornici…».

Il contributo dei Mesagnesi alla difesa di Otranto dai Turchi, nel 1480

«Durante questa guerra, inoltre, che fu combattutta contro i Turchi per riconquistare Otranto, i Cittadini di Mesagne pagarono cento fanti col pubblico denaro; e per i Viveri dell’Esercito inviarono molti moggi di farina, botti di vino e moltissimi animali, come leggiamo in alcune lettere Regie, che i Mesagnesi conservano. In esse, come dicono, il Re ordinò che i Cittadini di Mesagne non venissero afflitti da pagamenti straordinari, poiché [avevano dato] tutte queste cose di cui sopra ….>».

Pubblicato in Attualità
Martedì, 08 Settembre 2020 12:18

Mesagne. Un arresto e una denuncia

I Carabinieri della Stazione di Mesagne, a conclusione degli accertamenti, hanno arrestato, in flagranza di reato, un 68enne e denunciato in stato di libertà un 44enne, entrambi del luogo, per concorso in recidiva di attività di gestione di rifiuti non autorizzata e combustione illecita di rifiuti. In particolare, i militari operanti, nel corso del  controllo di un’area completamente recintata con accesso esclusivo da un portone in ferro, hanno constatato la realizzazione di una discarica non autorizzata di rifiuti speciali con la presenza di combustione di parte di essi, consistenti in materiale ferroso di varia natura, bombole del gas, elettrodomestici in disuso, materiale plastico, una autovettura in parte smontata, pneumatici, batterie di autovetture, materiale organico, un furgone Fiat Daily, due trattori agricoli smontati e un ciclomotore smontato. L’intera area con il materiale rinvenuto è stata sottoposta a sequestro. Al termine delle formalità di rito il 68enne è stato rimesso in libertà, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria. 

 

 

Per restare aggiornato seguici e metti “Mi piace ” sulla nostra paginaFacebook.  Ricordiamo che cliccando “Mi piace” sulla pagina Facebook de il Gazzettino di Brindisi è possibile seguire tutte le news. Se vuoi interagire con la redazione contattaci .

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 2