Riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica

Novembre 10, 2020 414

Riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica: approfondite le misure anti assembramento introdotte dal DPCM del 3 novembre 2020 e la capacità del sistema sanitario provinciale a fronteggiare il crescente numero di contagi .

Nella mattinata odierna si è tenuta, in videoconferenza, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal Prefetto dott.ssa Carolina Bellantoni per una prima valutazione sulla portata delle disposizioni del D.P.C.M. 3 novembre 2020 alla luce dell'andamento epidemiologico riscontrato nell'ambito della provincia di Brindisi e  del recente trend nazionale.

All'incontro hanno preso parte, oltre ai Vertici provinciali delle Forze di Polizia, i Sindaci ed il Direttore Generale della ASL.

Nel corso della riunione sono state  analizzate le recenti disposizioni del D.P.C.M. del 3 novembre 2020, che detta ulteriori norme per la prevenzione del contagio da Coronavirus, al fine di una puntuale  predisposizione dei conseguenti servizi di vigilanza e controllo del territorio, già  oggetto di pianificazione durante lo scorso fine settimana, in apposito tavolo tecnico del Questore.

È stato altresì analizzato  l'andamento del contagio nel territorio provinciale e il relativo impatto sui servizi di prevenzione sanitaria e di soccorso, al fine di mantenere attivo un attento monitoraggio sui livelli essenziali delle prestazioni rese ai cittadini.  

Sotto il profilo sanitario, è stato sottolineato che  la locale Azienda Ospedaliera sta valutando  l'allestimento di ulteriori spazi per il trattamento dei pazienti affetti da sintomatologia riconducibile al Covid-19,in conformità alle previsioni del piano regionale della rete ospedaliera per l’emergenza Covid-19 ed, al momento, non si registrano particolari criticità.

Nel contempo, il Prefetto ha, inoltre, richiamato l’attenzione dei  Sindaci sulla possibilità di ricorrere al potere di ordinanza per la  chiusura temporanea  di specifiche aree pubbliche o aperte al pubblico in cui sia impossibile assicurare adeguatamente il rispetto della distanza interpersonale.

L'attuazione di tali interventi richiederà  la più ampia concertazione e collaborazione tra Sindaco e Prefetto, anche nel più generale quadro delle funzioni attribuite ai Prefetti dall'art. 4, comma 9, del decreto legge n. 19/2020 e, da ultimo, dall'art. 13 del D.P.C.M. 3 novembre 2020, da esplicare in sede di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica.

Il Prefetto, in esito alla riunione, ha disposto un'ulteriore intensificazione dei controlli  da parte delle Forze di Polizia sul rispetto delle norme di contenimento del contagio, da proseguire anche presso le  attività commerciali, ribadendo, altresì, la necessità di sensibilizzare  la cittadinanza  in merito alla  importanza delle oramai note misure di sicurezza inerenti il distanziamento interpersonale e l'obbligo di utilizzo di mascherina  e delle altre misure di sicurezza vigenti nella zona arancione.

Seguiranno, nelle prossime settimane, altri momenti di confronto con gli Amministratori Locali indetti periodicamente, al fine di valutare situazioni di particolare criticità nel contesto territoriale,nella consapevolezza che l’attuale momento emergenziale richiede la massima collaborazione tra Istituzioni ed il rispetto delle norme comportamentali da parte di tutti.

 

------

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci