Servizio di integrazione scolastica, proclamazione stato di agitazione

Settembre 19, 2016 1506

cgil br logo

Dopo giorni di protesta sono ufficialmente in stato di agitazione gli operatori che svolgono il servizio di integrazione scolastica a 106 bimbi nell'Ambito 4 che raggruppa i Comuni di Mesagne, Latiano, Torre Santa Susanna, San Donaci, Erchie, San Pietro Vernotico, Torchiarolo, San Pancrazio e Cellino. Ad assisterli ci sono i segretari generale e territoriali della Cgil Funzione pubblica. Il sindacato ieri mattina ha inviato una nota ufficiale a tutti i sindaci dell'Ambito, al Prefetto, alla Commissione di garanzia dell’attuazione legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali. Oltre che alla cooperativa "San Bernardo" che si occupa dell'integrazione scolastica.

 

 

Al Presidente Ambito Territoriale BR4
Presso Comune di MESAGNE (BR)
Dott. Pompeo Molfetta
Ai Sindaci: Latiano, Torre Santa Susanna, San Donaci, Erchie
San Pietro V., Torchiarolo, San Pancrazio e Cellino

Al PREFETTO di Brindisi
Dott. Varde’ Annunziato

Alla Commissione di garanzia dell’attuazione legge
Sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali.

All’ Amministrazione ATI Coop San Bernardo,
Fuori dal Sommerso e Progresso e Lavoro 93
Servizio di integrazione scolastica
Loro Sedi

Oggetto: servizio di integrazione scolastica Comuni Ambito Territoriale Sociale BR4. Proclamazione Stato di agitazione L. 146/90 e s.m.i.

La Sottoscritta O.S. a seguito dell’assemblea svolta con i lavoratori e lavoratrici, proclama lo stato di agitazione ai sensi della L.146/90 e s.m.i.,, per effetto delle seguenti motivazioni:

* Riduzione dell’orario di lavoro e di assistenza ai diversamenti abili nelle scuole di ogni ordine e grado nei Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale BR4;

A tal proposito chiediamo un intervento risolutore di Sua Eccellenza il Prefetto di Brindisi e, dei Sindaci interessati, per ristabilire le ore contrattuali ai lavoratori coinvolti a garanzia di un servizio dignitoso agli utenti, nel rispetto del diritto allo studio e all’assistenza, per evitare lo sciopero, che sicuramente, avrebbe ricadute negative verso i più deboli e al servizio di estrema utilità.

Sicuri di un vostro positivo riscontro si porgono, Distinti saluti.

Il Segretario Territoriale   Il Segretario Generale
Vincenzo Cavallo             Macchia Antonio

Ultima modifica il Martedì, 20 Settembre 2016 08:07