I due anni di attività dell'Anpi di Mesagne

Settembre 25, 2021 270

ANPI MESAGNE: DUE ANNI DI VITA.

 
Subito dopo la fine della guerra, fino a metà del 1947, a Mesagne c'era una sezione ANPI.
Poi per tanti e tanti anni non è più stato presente un circolo dell' associazione dei Partigiani. Due anni fa, proprio di questi giorni, con un gruppo di democratici, ci ponemmo il problema, in uno con Anpi provinciale, di dare avvio ad un' esperienza associativa Anpi a Mesagne.
Il 25 ottobre 2019, avendo raccolto  29 adesioni, tenemmo il congresso  costitutivo e demmo vita alla Sezione ANPI che decidemmo  di intestare  al partigiano mesagnese, Eugenio Santacesaria, morto nel 1937 nella guerra in Spagna lottando contro il fascismo.
Perche' decidemmo di rilanciare la presenza Anpi a Mesagne?
Perché Mesagne  ha una  lunga  storia  di  lotte per l'emancipazione e il riscatto  delle masse popolari, per la pace e la democrazia.
Fin dal 1861, dopo l'Unità d'Italia, si formarono  a Mesagne le prime esperienze cooperative. Nacque la Società di Mutuo soccorso Unione dei lavoratori. Si formarono  le prime leghe dei mestieri: delle tabacchine, dei muratori, dei contadini, dei primi aggregati di artigiani.
Una storia lunga che ha attraversato tutto il Novecento e le due guerre mondiali, con vaste lotte per il lavoro, numerosi momenti di mobilitazione nelle campagne per il riconoscimento dei diritti dei coloni e dei braccianti.
Sentivamo forte  la necessità di ricollocare  dentro al tessuto associativo e democratico  mesagnese l'ANPI, associazione ricca di storia e di lotte dei partigiani con la Resistenza al nazifascismo, per  l'affermazione della democrazia e della Carta Costituzionale.
Per Statuto, ormai da  oltre un decennio, l'Anpi, associa  gli antifascisti e i democratici  a difesa della nostra Costituzione.
Decidemmo di partire dopo Ottobre 2019. Con tanto entusiasmo! Il comitato direttivo fu costituito con una maggioranza di donne che si misuravano con la prima esperienza di direzione di un'associazione.
Il gruppo dirigente già a fine febbraio 2020,
dovette riorganizzarsi per fare fronte alle necessità imposte dalla pandemia. Non si potevano fare riunioni, non ci si poteva incontrare.
Allora decidemmo di rilanciare tutto il nostro messaggio via social,  con una pagina facebook.
Iniziando da zero, oggi contiamo circa 1400 sostenitori che ci seguono e sono informati giornalmente di tutte le nostre attività.
Tra le iniziative più significative sostenute in questi due anni:
- 25 aprile 2020 " Adotta un partigiano";
- Maggio 2020 " Raccolta fondi a favore delle famiglie   più disagiate  nel periodo Covid con consegna del ricavato a Casa Zaccheo;
- Settembre 2020  e settembre 2021 " Lo Zaino sospeso " raccolta di materiale didattico per l' avvio dell' anno scolastico per famiglie in difficoltà;
- Gennaio 2021"Le scopette della Befana"  con sottoscrizioni raccolte a favore di Auser Mesagne;
- 27 Gennaio 2021, rappresentazione teatrale nella Giornata della Memoria;
- 8 marzo 2021  : Mostra in villa comunale   su Donne antifasciste
- 25 aprile 2021:" il papavero del partigiano " portato in tutte le vie  in cui vi è una intitolazione ad un partigiano od a un  antifascista;
- 10 giugno 2021: rappresentazione teatrale"Delitto Matteotti" presso Atrio del Castello;
- 25 luglio 2021: "Pastasciutta antifascista ", manifestazione popolare presso Salento Fun Park.
È stato fatto un lavoro straordinario che ha coinvolto tanta gente, abbiamo avviato anche un rapporto con alcune scuole ed intendiamo indirizzare molto del nostro lavoro futuro verso le nuove generazioni.
Vogliamo lasciare a loro il testimone di una storia importante, fatta di sacrifici, lutti e privazioni di tanti partigiani ed antifascisti che hanno liberato l'Italia dal fascismo.
Tutto questo è stato fatto tenendo sempre presente il proselitismo  per la crescita dell'ANPI.
Nel 2020 abbiamo chiuso il tesseramento con 100 iscritti all'Associazione.
Quest'anno  possiamo  con soddisfazione dire che abbiamo raggiunto 160 iscritti, di cui 62 nuove adesioni, 33 uomini e 29 donne.
Oggi ANPI Mesagne ha bisogno di una sua sede nella Città, per farla diventare il luogo  dell'incontro non solo degli iscritti, ma dei tanti democratici e simpatizzanti che ci seguono. Questa esperienza ci ha insegnato  che con la partecipazione dal basso si  costruisce cultura democratica e conoscenza dei nostri valori e della nostra memoria.
Oggi i valori dell'antifascismo, del rispetto della persona, del No al razzismo devono camminare sulle gambe  dei cittadini ed Anpi vuole stare al fianco e dentro questo processo democratico. 
Con questo spirito ci prepariamo  allo svolgimento  del Congresso, che deve essere aperto al confronto con le Istituzioni, i Partiti, i sindacati e le Associazioni.
 
Cosimo Zullo. Presidente ANPI Mesagne