Da venerdì si brinda con il vino Novello

Ottobre 28, 2020 204

Ancora poche ore e poi si potranno stappare le bottiglie di vino Novello 2020 il cui prodotto si preannuncia a 5 stelle. Infatti, bisognerà attendere venerdì 30 ottobre per immettere in commercio questo nettare di Bacco primogenito di una vendemmia straordinaria. Il vino Novello è un prodotto realizzato grazie una tecnica vinificatrice specifica che si basa sulla macerazione carbonica delle uve non pigiate che sono fatte fermentare senza pigiatura degli acini, trasformando così meno zuccheri della frutta in alcol cosa. Questa tecnica tiene basso il valore alcolico del vino che ne verrà prodotto, conferendogli il classico gusto fruttato e amabile classico del vino novello. Diverse le aziende, tra cantine e privati, in provincia di Brindisi che producono il novello. Tra queste primeggiano le Cantine due Palme di Cellino San Marco il cui novello “Beddu”, non ha bisogno di presentazioni, è una tradizione che si rinnova ogni anno e che non accenna a perdere appeal, soprattutto nei giovani. Un brand lanciato 4 anni fa, con una proposta di sole 6.000 bottiglie, che quest’anno è diventata una sfida di 25.000 pezzi che saranno appena sufficienti a coprire le richieste di mercato in vista dell’atteso appuntamento di San Martino. “In tantissimi hanno già prenotato le proprie bottiglie attraverso il canale e-commerce o direttamente in cantina”, ha spiegato Antonella Maci, dirigente della C2P - bottiglie che, come da disposizioni ministeriali, potranno essere commercializzate e degustate solo a partire dal 30 ottobre”.

Il successo di Beddu Due Palme trova la propria conferma nella capacità dell’azienda, guidata dal presidente Angelo Maci, di rinnovarsi soprattutto nel packaging, nelle campagne marketing, andando incontro alle esigenze dei clienti più trendy e attenti alle mode del periodo, pur mantenendo invariato il fattore qualitativo che da più di 30 anni rappresenta il vero leitmotiv del sodalizio cellinese. «Sono molto soddisfatto - ha dichiarato il presidente Maci - della crescita commerciale di Beddu; sono felice che i nostri consumatori ripongano in noi tanta fiducia da prenotare le proprie bottiglie sul web; questo è sicuramente il frutto di un’annata strepitosa che ha permesso di ottenere un prodotto senza eguali. Ma è anche il riconoscimento di un lavoro certosino che svolgiamo con amore e passione da più di 30 anni». 

Quest’anno, a causa delle restrizioni dovute alle misure adottate dal governo per l’emergenza Covid-19, Due Palme ha annullato il consueto appuntamento di presentazione della nuova annata del novello. Pronta a partire con la vendita anche la Cantina sociale di Sandonaci che quest’anno ha prodotto 6 mila bottiglie di “Natìo”. “Siamo particolarmente euforici per la qualità di novello prodotto – ha spiegato il presidente Marco Pagano – si tratta di un buon prodotto ottenuto con il metodo classico della macerazione carbonica. Possiamo dire che le bottiglie prodotte sono state quasi tutte già prenotate”.  Soddisfatto il presidente delle Cantine di San Pancrazio, Oronzo Pati, per la qualità del novello: “Questo vino è ottenuto da uve sane dei nostri soci attentamente selezionate. La produzione è stata di 3.500 bottiglie che raggiungeranno il mercato nazionale”. Lo scenario di degustazione del vino novello quest’anno, a causa delle restrizioni dovute alla pandemia, si fa, insomma, più intimo e familiare, senza perdere il suo gusto che tanto piace ai giovani. L’abbinamento con i piatti tipici della tradizione salentina e le famose caldarroste è d’obbligo. In alto i calici, quindi, in una perfetta fusione tra innovazione e tradizione. È arrivato il primogenito dell’ultima vendemmia.

 

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci