Cara di Restinco, al via l’attività di sorveglianza sanitaria della Asl

Luglio 15, 2020 694

tampone immigratiQuesta mattina gli ottanta migranti accolti nel centro di Restinco

sono stati sottoposti a tampone dagli operatori sanitari del Servizio di Igiene e Sanità pubblica della Asl di Brindisi. “I migranti – spiega il direttore del Sisp, Stefano Termite - sono stati visitati ieri dai medici del Cara. Prima del loro arrivo sono già stati sottoposti in Sicilia a un test sierologico che ha dato esito negativo: non erano presenti anticorpi nel sangue. Il tampone potrà offrire altre informazioni su un’eventuale infezione da Sars-Cov-2: i risultati saranno pronti in tarda serata”. In ogni caso - continua Termite - “i migranti dovranno affrontare un periodo di isolamento fiduciario di quattordici giorni prima di un possibile trasferimento in altre sedi regionali o extraregionali. Noi monitoreremo gli ospiti ogni giorno in collaborazione con i responsabili sanitari della struttura e poco prima della scadenza delle due settimane eseguiremo un secondo tampone per essere certi della negatività”. “Questa – conclude il dottor Termite - è una fase in cui potremmo attenderci altri sbarchi di migranti ma la nostra attività di sorveglianza prosegue su più fronti: monitoriamo e mettiamo in isolamento fiduciario chi entra sul territorio da aree del mondo in cui la pandemia è più diffusa. A chi arriva da regioni italiane o nazioni europee in cui il problema del Covid è stato più rilevante chiediamo di aderire all’esecuzione volontaria del tampone”.