Menu

Mesagne. In 28 giorni il centro storico pronto per la movida e turisti

CHIESA MARICE LAVORI SAGRATO AQPDopo le proteste di residenti e commercianti

circa i cantieri presenti nel centro storico della città di Mesagne, che stanno mettendo in crisi la funzionalità dello stesso, il sindaco Toni Matarrelli ieri mattina ha convocato un tavolo di confronto con i tecnici di Acquedotto pugliese durante il quale è stato deciso lo stop immediato dei lavori. Contestualmente saranno chiusi e ribasolati gli attuali scavi, rendendo fruibile la viabilità. In questo modo l’Amministrazione metterà in sicurezza, durante i due mesi estivi di luglio e agosto, l’antico borgo medievale garantendo anche il regolare svolgersi della movida. Soddisfazione è stata espressa dai residenti e commercianti per il risultato raggiunto dal primo cittadino. “Abbiamo avuto questo confronto con i responsabili tecnici di Aqp – ha esordito il sindaco – in cui è stato raggiunto un punto d’incontro che sarà sancito con una mia nota ufficiale di richiesta di sospensione dei lavori a far data dal prossimo 1° luglio”. Per raggiungere quest’obiettivo, affinché tutto sia in ordine e fruibile, saranno sospese, da subito, tutte le operazioni di scavo previste in piazza Criscuolo, via Geofilo e via Eugenio Santacesarea. “Tre importante arterie che andavano scavate e i cui lavori da oggi (domani per chi legge, ndr) saranno interrotti. Adesso l’azienda, che ha in appalto la ristrutturazione della rete idrico-fognante, lavorerà per ribasolare il tutto e liberare il centro storico dai cantieri entro il prossimo 30 giugno”, ha precisato Matarrelli. Successivamente l’azienda non andrà via, ma svolgerà una serie di lavori secondari e pertinenti a quelli già realizzati. Inoltre, sono stati sospesi i lavori di ristrutturazione della biblioteca comunale “Ugo Granafei”. “Si tratta di un risultato importante – ha tenuto a precisare Matarrelli – che diventerà ufficiale mercoledì appena scriverò e invierò la nota epistolare ad Aqp. In questo modo avremo l’arteria stradale, che parte da Porta Grande e arriva a Porta Piccola, completamente ribasolata e fruibile. piazza IV novembre lavori aqpPer raggiungere questo risultato la ditta appaltatrice ha deciso di accorciare i tempi, lavorando anche nei giorni festivi perché tutto sia pulito e pronto per la movida”. Così, dovrebbero riprendere con regolarità le attività di ristorazione, di bar e pub che, ad oggi, hanno fatto riscontrare un flusso di clientela limitato a causa del percorso ad ostacoli presente nel borgo antico della città. E a proposito di movida il sindaco nella giornata di sabato si è intrattenuto fino a tarda sera nel centro storico per verificare il rispetto delle disposizioni anticovid-19, a iniziare dal distanziamento sociale nei locali notturni e nelle piazze. “I locali mesagnesi stanno funzionando bene e tutti si stanno comportando in maniera meritevole”, ha spiegato il primo cittadino che non ha riscontrato alcuna criticità riguardo gli assembramenti. “Posso dire – ha concluso il sindaco Matarrelli - che abbiamo sfiorato l’eccellenza. Gli operatori e gli avventori sono stati straordinari. Pensare alla chiusura, per quanto riguarda Mesagne, non ha senso perché non ci sono, al momento, motivi legati all’epidemia”.  

Video

Torna in alto