Menu

Emergenza Coronavirus: consentita consegna a domicilio nel rispetto norme igienico-sanitarie per confezionamento e trasporto

2020-03-24 165732Le prescrizioni per contenere la diffusione del Covid-19 obbligano a non spostarsi da casa se non per i motivi espressamente richiamati. Resta assicurata la possibilità di fare acquisti, ordinando online o per telefono e richiedendo la consegna a domicilio.
 
Tutte le attività commerciali che intendono svolgere servizio a domicilio sono tenute a farlo nel rispetto del decreto legislativo n. 222 del 25 novembre 2016. Occorre presentare una Scia unica tramite il portale telematico “Impresa in un giorno”. La notifica sanitaria da allegare deve essere presentata compilando un apposito modello allegato alla stessa domanda di Scia unica, che è trasmesso a cura dello Sportello unico per le attività produttive alla Asl.

Nello specifico, il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dello scorso 11 marzo sospende tutte le attività di ristorazione ad esclusione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di un metro; il dpcm consente la consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie per il confezionamento e il trasporto. Quest’ultimo potrà essere effettuato con auto aziendale che non sia utilizzata per attività promiscua, oppure in moto o in bicicletta. Nel caso di spesa alimentare, il trasporto dovrà essere garantito in appositi contenitori ermetici.

Ultima modifica ilMartedì, 24 Marzo 2020 17:02
Torna in alto