Menu

“Total Quality” a Mesagne, la cabina di regia in favore di persone diversamente abili

2019-10-31 180438Si è svolta nella stanza del sindaco di Mesagne, Toni Matarrelli, la conferenza stampa sull’istituzione di una cabina di regia per la “Total Quality”, una sede per coordinare le iniziative locali in favore dei cittadini diversamente abili.

Erano presenti, insieme al sindaco e al presidente di “Fiaba Onlus”, Giuseppe Trieste, l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Mesagne, Anna Maria Scalera; il consulente alle politiche della disabilità, Antonio Calabrese; il consigliere delegato ai rapporti con i quartieri Antimo Sportelli; il consigliere comunale alle politiche giovanili, Vincenzo Sicilia e il presidente dell’associazione “Italiabile”, Cosimo Lupo.

La giunta comunale ha accolto con delibera la proposta della “Fiaba Onlus”: cinque i membri che faranno parte della regia scelte tra persone di comprovata esperienza e professionalità nell’ambito delle politiche sociali, infrastrutturali, turistiche, educative, delle pari opportunità e in tutti quei settori ove è possibile applicare politiche di miglioramento della qualità della vita. “Tale previsione è complementare agli interventi che il Comune di Mesagne intende prevedere per il superamento delle barriere architettoniche all’interno del territorio comunale attraverso l’adozione di idonei piani urbanistici, come il Peba, Piano eliminazione barriere architettoniche, e il Pums, Piano urbano della mobilità sostenibile”, ha dichiarato il sindaco Matarrelli. Il presidente di “Fiaba Onlus” ha definito la “total quality” come la possibilità di vivibilità ottimale garantita a tutti; scuola, sanità, trasporti e turismo sono i settori strategici nei quali promuovere l’accessibilità e la fruibilità. La cabina di regia avrà la funzione di individuare le criticità presenti sul territorio per garantire il superamento delle barriere e favorire la costruzione di nuove strategie ad accessibilità globale.

“Per raggiungere gli obiettivi abbiamo bisogno di investire sul concetto di qualità della vita da garantire a tutti, di concerto con le associazioni, il terzo settore e le istituzioni pubbliche e private”, ha commentato Antonio Calabrese. “La cabina di regia si impegnerà a realizzare quanto già previsto in altri comuni e regioni d’Italia: un’osservazione del territorio e delle problematiche connesse al mondo delle disabilità, a garanzia di concrete strategie di intervento, nel rispetto della normativa vigente e come richiesto in uno stato sociale moderno”, ha concluso l’assessore Scalera.

Ultima modifica ilGiovedì, 31 Ottobre 2019 18:11
Torna in alto