Menu

Mesagne. I carabinieri al "Bardicchia" per prevenire le truffe

pensionati e carabinieriI carabinieri di Mesagne, al momento guidati

dal maresciallo Giuseppe ursi, hanno incontrato gli anziani del centro polivalente "Bardicchia" per istrirli sul come comportarsi nel caso in cui dovessero essere avvicinati da malfattori. I truffatori si presentano come avvocati, assicuratori, carabinieri per approfittare della loro buona fede. “Le forze di polizia, quando si presentano a casa delle persone, hanno uniformi e veicoli con scritte riconoscibili all’istante – ha spiegato il maresciallo Ursi -. Bisogna accertarsi dell’identità dell’interlocutore e, specialmente nei casi in cui i sedicenti Carabinieri si presentano a casa, farsi mostrare il tesserino di riconoscimento.carabinieri e pensionati In ogni caso – ha proseguito – dovete evitare di aprire la porta agli sconosciuti e non farli entrare in casa, anche se si presentano distinti, eleganti e gentili, soprattutto se in quel momento si è da soli. Evitate di mandare i bambini ad aprire la porta e, comunque, prima di aprire, controllare dallo spioncino; se si ha di fronte uno sconosciuto, aprire con la catenella attaccata”. Il maresciallo Ursi ha sottolineato che i Carabinieri non chiedono mai la consegna di somme di denaro e, in ogni caso, solo utilizzando i bollettini postali si ha un sicuro riscontro del pagamento effettuato”. Soddisfatti gli anziani del Circolo “Bardicchia” che si sono intrattenuti per chiedere ulteriori informazioni per casi particolari. “E comunque – ha concluso Ursi – per dirimere eventuali dubbi o sospetti, telefonare immediatamente al 112 o, ancor meglio, recarsi presso la caserma dei Carabinieri”. Una prevenzione crimine che in diversi casi sta sortendo l'effetto sperato.

Torna in alto