Menu

Ci scrive dall'Argentina Renato Francesco Maizza

maizza renato francesco argentina 1Ciao carissimi amici di Mesagne, come state? Sono passati appena tre mesi da quando ci siamo lasciati e sono ritornato in Argentina. Vi scrivo in occasione della giornata missionaria mondiale (20 ottobre), è un momento importante che la Chiesa vive per far aiutare tutti a prendere coscienza della natura missionaria della stessa. Come sapete il mio istituto, Missionari della Consolata, mi ha destinato qua in Argentina a prestare il servizio dell'Animazione Missionaria, è un bel servizio, che mi piace e mi entusiasma.

Già da quando sono ritornato, precisamente il 31 luglio, ho iniziato a percorrere il paese per conoscere meglio la gente, la relatà e vedere cosa posso offrire alla Chiesa Argentia e in che posso crescere anche grazie a questa Chiesa. Sto avendo la possibilità di conoscere moltissima gente, soprattutto giovani, e vi assicuro, sono tantissimi. La realtà è molto difficile, la questione dell'insicurezza è fortissima, si vive nella continua "paura"... però qui assume significato la nostra presenza come Missionari della Consolata, portare la Consolazione, la allegria la dove c'è sconsolazione e tristezza. Vi assicuro, più che di soldi, oggi la gente ha bisogno di umanità, di sentirsi importante per qualcuno.

maizza renato francesco argentina 2Questa estate alla Madonna della Grazia abbiamo fatto una bella festa, e grazie a ciò che abbiamo ricavato, sto riuscendo a formare dei gruppi giovanili puntando alla loro formazione, perchè siano loro stessi che si prendono cura del luogo dove vivono e aiutino gli altri a crescere sia a livello umano che spirtuale. Anche grazie a questa giornata missionaria mondiale, voglio ringraziare tutta quella gente semplice, umile, che ha partecipato e sta rendendo possibile questo grande sogno. Vi scrivo queste poche righe, non per chiedervi soldi, assolutamente, avete già fatto tanto, però si una cosa ve la chiedo: "prendetevi cura dei giovani, accompagnateli, sosteneteli, non giuducateli, hanno bisogno di sentirsi amati, accolti, solo cosi possono sprigionare tutto il positivo che hanno dentro e sentirsi protagonisti in questo mondo".

Ve lo assicuro, non è bello sapere che uno dei giovani che ti è stato affidato dal Signore, oggi la saluti, e domani non sai se lo vedrai perchè la droga, l'alcool, o la violenza lo ha ammazzato. Coraggio, confidiamo nei giovani, diamogli speranza, diamogli la ossibilità di essere ciò che devono essere... altrimenti un giorno quando ci renderemo veramente conto... potrebbe essere già troppo tardi. Amate i giovani mesagnesi, sosteneteli in questi tempi difficile... Grazie di cuore... e ricordiamoci una cosa "FAI AL PROSSIMO, QUELLO CHE VORRESTI FOSSE FATTO A TE"... vi auguro una bellissima giornata missionaria mondiale ... e perchè no, vi aspetto in Argentina... il mio contatto è: cell 0054 11 32 45 40 66 - e.mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Ultima modifica ilLunedì, 21 Ottobre 2013 15:34
Torna in alto