Menu

Da domenica a Mesagne i Riti della Settimana Santa In evidenza

misteri-2012--Da domenica a Mesagne iniziano i riti della settimana santa che,

per i cattolici, è senza dubbio il periodo più importante dell’anno. Sono i momenti in cui si ripercorrono gli ultimi giorni terreni di Gesù attraverso gli elementi che costituiscono l’essenza del mistero cristiano: Passione, Morte e Risurrezione. La Settimana Santa parte dalla Domenica delle Palme fino al sabato che precede la Pasqua, giorno in cui avviene la Resurrezione di Cristo. Si inizia con la domenica delle Palme, 14 aprile, in cui nelle varie parrocchie della città verranno benedetti i ramoscelli di ulivo in ricordo dell’ingresso di Gesù a Gerusalemme, seguono le processioni per le vie della città. Nel pomeriggio i fedeli della vicaria celebreranno la Via Crucis cittadina che si concluderà davanti al Calvario di via Maja Materdona. Martedì Santo,16 aprile alle ore 19.30, nel Santuario di Mater Domini, si svolgerà un concerto della Banda cittadina “FasanoLeo” che proporrà: “I suoni della Settimana Santa”. Giovedì Santo, 18 aprile, nelle sette parrocchie verrà celebrata la Messa dell’Ultima Cena. A seguire, come da tradizione, si potranno visitare gli Altari della Reposizione, un tempo denominati sepolcri. Quest’anno nella chiesa del Santissimo. Crocifisso, già dal pomeriggio di giovedì e fino a tarda sera, saranno esposte le statue dei Misteri per una migliore visibilità di queste opere artistiche della fine del 1700. Venerdì Santo in parrocchia verrà officiata l’azione liturgica della Passione del Signore. In serata dalla chiesa del Crocifisso partirà la solenne processione dei Misteri. È questo uno degli appuntamenti più sentiti e partecipati dai mesagnesi. Il rullo del tamburo, il suono della tromba sono tra i ricordi più forti che i mesagnesi portano nel cuore. Quest’evento è consacrato con la Veglia Pasquale, la ricorrenza massima di tutto l’anno liturgico. La tradizione locale consegna una serie di manifestazioni in cui i mesagnesi si riconoscono come popolo. Quest’anno, in particolare, dopo un decennio i sacerdoti di Mesagne hanno ripristinato la processione notturna dell’Addolorata. Una tradizione interrotta nel 2009 per volontà dell’allora arcivescovo di Brindisi-Ostuni. Dopo dieci anni questo appuntamento torna nel calendario del triduo pasquale con più entusiasmo e partecipazione. La processione partirà alle ore 3.30 di sabato 20 aprile dalla chiesa di Santa Maria.Sabato Santo è il giorno del grande silenzio. I fedeli si preparano alla veglia pasquale per vivere il momento della Resurrezione di Gesù. La Pasqua apre un’altra settimana piena di appuntamenti tradizionali. Il lunedì dell’Angelo con la processione al cimitero, partenza alle ore 8.00 dalla chiesa Madre. Martedì 23 aprile la “Pascaredda dei mesagnesi” con una serie di eventi al Santuario della Madonna della Grazia. La Domenica In Albis, 28 aprile, la festa di Mater Domini con la processione del simulacro della Madonna nell’antica terra.

Torna in alto