Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 62
  • Errore nel caricamento dei dati del feed
Menu

Ieri sera la veglia diocesana per le ragazze ferita alla Morvillo-Falcone di Brindisi

vegli-di-preghiera-1-6-12I giovani della Consulta diocesana per la pastorale giovanile ieri sera si sono trovati sul sagrato della chiesa di Mater Domini di Mesagne per partecipare alla veglia di preghiera per ricordare, ancora una volta, Melissa Bassi ma anche per stringere con un abbraccio virtuale tutte le altre cinque ragazze ferite nell’attentato dinamitardo, presso la scuola Morvillo – Falcone di Brindisi, del 19 maggio scorso. Veronica, Vanessa, Selene, Azzurra e Sabrina, colpite dalla violenta esplosione di Brindisi, erano virtualmente presenti nei cuori dei tanti giovani.

Erano presenti alcuni parenti di Veronica e Vanessa Capodieci. A presiedere don Giuseppe Pendinelli, don Marco Candeloro e don Pietro De Punzio. Presente alla veglia anche il sindaco Franco Scoditti. “In questo momento non possiamo incontrarle fisicamente, possiamo dire loro che le vogliamo bene e le abbracciamo. – ha spiegato don Pietro De Punzio, vicario foraneo e responsabile della pastorale giovanile - Certamente il Signore saprà far giungere loro il sostegno e l'incoraggiamento, l'affetto e la tenerezza della nostra amicizia”. Il sacerdote ha ricordato come il vile attentato ha messo in evidenza: “La cattiveria dell’uomo che non ha rispetto di niente e di nessuno e, invece di seminare odio e morte, questa tragedia ha fatto scattare impreviste gare di solidarietà, di vicinanza”. veglia-di-preghiera-mater-dSoprattutto i giovani hanno sentito il bisogno di stringersi attorno alla famiglia Bassi per la morte della cara Melissa e alle 5 ragazze ferite nell’attentato. “Chi ha voluto impoverire la società spezzando le ali della libertà, della giustizia, della legalità – ha aggiunto don Pietro - non ha fatto i conti con la ricchezza interiore di migliaia di giovani che credono e, ogni giorno, costruiscono il loro avvenire. I giovani, e più di tutti loro, hanno gridato la voglia di una vita più bella, più umana. La preghiera di questa sera vuole essere il segno di una Chiesa che soffre con e per le persone che soffrono. I giovani saranno felici quando potranno alleviare la sofferenza altrui”. Infine, martedì 5 giugno alle ore 18,30 presso la Cattedrale di Brindisi l'Associazione Pro Brindisi, l'Associazione Onlus Italia-Turchia "Teodoro d'Amasea" e l'Associazione "Intervento Sociale" terranno una liturgia per Melissa Bassi e le vittime dell'attentato. E’ prevista, oltre alla partecipazione dei soci, dei tifosi e dei volontari del sociale, anche quella della famiglia Bassi, delle amiche e dei rappresentanti degli studenti guidati da Martina Carpani.veglia-di-preghiera-sindaco

 

Video

Torna in alto