Menu

Mesagne. A San Martino tutti a Casa Zaccheo In evidenza

de punzio don pietro apr 2014Dopo il grande successo dell'iniziativa “A casa di Zaccheo sotto le stelle”

della scorsa estate, il centro di accoglienza in via Maya Materdona ospita una nuova serata di beneficenza: domenica 11 novembre 2018 alle ore 20,00 si festeggerà San Martino con castagne e vino. Gli chef della mensa stuzzicheranno ancora il nostro palato con piatti della tradizione, mentre l''allestimento e il servizio è a cura del Csi Virtus Mater Domini. La scelta delle date delle serate di beneficenza a Casa di Zaccheo non è casuale. Dopo San Lorenzo che durante le persecuzioni fu obbligato dal prefetto a consegnare “i tesori della Chiesa” e distribuì tutte le offerte di cui era amministratore ai poveri, mostrando “solo” malati, storpi ed emarginati, dicendo che il vero tesoro della Chiesa erano loro, ecco che arriva San Martino. originario della Pannonia, l'attuale Ungheria, venne mandato a Pavia da giovane e in seguito arruolato nella guardia imperiale. In breve tempo iniziò ad avere contatti con i Cristiani, seguì la dottrina e divenne catecumeno. Spesso si parla anche dell'estate di San Martino, secondo la leggenda, la natura ricorda la generosità di San Martino e il clima migliora in prossimità della festa. A Casa di Zaccheo c'è un giardino ben curato e, tempo permettendo gli ospiti possono intrattenersi anche all'esterno. Sicuramente molti si chiederanno: perché a Casa di Zaccheo ci sono sempre tante iniziative di beneficenza? “La risposta è nella lettera che Papa Francesco ha scritto in occasione della Gionata Mondiale del Povero, abbiamo fatto nostro il messaggio del Santo Padre: a “Casa di Zaccheo” gli ultimi vengono accolti e trovano salvezza perché sono una risorsa”, ha spiegato il parroco, don Pietro De Punzio.  

Torna in alto