Menu

Magica estate mesagnese, tutta da bere In evidenza

presentazione mesagneestateLunedì pomeriggio nella splendida cornice del patio del castello Normanno-Svevo

il sindaco di Mesagne, Pompeo Molfetta, ha presentato il cartello di manifestazioni di “Mesagnestate 2018”, dal titolo “Ogni sera un’emozione”, che allieterà le serate fino a settembre. Con il sindaco erano presenti il direttore artistico, Maurizio Piro, e gli assessori Marco Calò, Cultura, e Anna Maria Scalera, Turismo. Tante le iniziative che scandiranno quasi novanta giorni di programmazione. Dalla danza ai concerti di musica classica, poi la seconda edizione di “Mesagne in lirica”, cinema, teatro, libri, il premio letterario “Città di Mesagne”, La Palma d’oro, il concorso fotografico “Scatti d’Estate”, la seconda edizione del “Cabiria art festival”, il gran galà della moda “Medit summer fashion”, concerti musicali con Piero Loy, Luigi Mariano, Luigi De Gregori, Riccardo Ascani con i ritmi del flamenco. Gli artisti di strada, la notte bianca dei bambini, i musicisti di strada, la Street band, e poi Muro Tenente, il teatro con una serie di eventi d’autore.piro maurizio direttore artistico Le sagre organizzate da Papa Sisto e dall’Auser. E poi ancora lo spettacolo equestre al quartiere Grutti, il concerto di Suor Cristina, in onore della Madonna del Carmine, e l’attesissimo concerto dei Boomdabash, il 21 luglio, nel piazzale del centro commerciale Auchan con ingresso libero. Il 10 agosto l’Amministrazione comunale intitolerà una piazzetta all’indimenticabile Ubaldo Lay, attore televisivo vissuto a Mesagne. Suo il famoso personaggio del tenente Sheridan. “È un format ormai collaudato e vincente apprezzato sia dai cittadini che dai turisti”, ha esordito il sindaco Molfetta che ha tenuto a precisare che il cartello di manifestazione ha lo scopo di far “socializzare e rafforzare i rapporti tra i cittadini. Inoltre, si ritrova l’identità di un popolo che esce di casa si ritrova e si confronta”. “Mesagnestate” è anche “capacità attrattiva del centro storico e volano di sviluppo economico”, ha detto il primo cittadino mettendo in rilievo il “buon sistema di accoglienza degli operatori commerciali”. Per l’assessore Marco Calò “molti eventi hanno come tema conduttore la donna in continuità con la mostra di Picasso” mentre l’assessore Anna Maria Scalera ha sottolineato “la forte identità della programmazione utile a intercettare grandi flussi turistici”. Nei giorni della festa patronale, il 15, 16 e 17 luglio il costo d’ingresso alla mostra di Picasso sarà di soli 5 euro. “Nel corso degli ultimi decenni – ha detto il direttore artistico, Maurizio Piro - il fenomeno degli eventi, della cultura e dell’enogastronomia, ha visto un rapido sviluppo riconducibile a tutta una serie di fattori sociali ed economici dalle forti potenzialità turistiche e strumento di marketing territoriale”. Piro ha, quindi, concluso: “Rapportando con le dovute proporzioni, rispetto ai grandi centri urbani, Mesagne è stata, probabilmente, la città che più di altre ha creduto e traguardato significativi risultati di questo segmento turistico – sociale”. 

Torna in alto