Menu

Mesagne. La Locanda dei Messapi consigliata dall'Accademia italiana della cucina In evidenza

locanda dei messapi accademia cucinaPrezioso riconoscimento per la "Locanda dei Messapi" di Mesagne

che nei giorni scorsi ha ricevuto, a sorpresa, la visita degli esperti dell'Accademia italiana della cucina che al termine del pranzo, dopo attenta valutazione dei cibi degustati, ha emesso il proprio verdetto promuovendo a pieni voti il ristorante di proprietà di Uccio Denitto, alias Barbanera, che adesso fa parte delle "chicche culinarie" consigliate dagli esperti e inserite nella propria guida gastronomica. L’Accademia italiana della cucina è un'istituzione culturale di rilevante interesse pubblico ed ha lo scopo di tutelare le tradizioni della cucina italiana, di cui promuove e favorisce il miglioramento in Italia e all’estero. Lo studio e la ricerca continui che l'Accademia svolge su tutto ciò che riguarda la civiltà della tavola passano anche attraverso un'intensa attività conviviale, che oltre a costituire occasione d'incontro e di fervido scambio di idee, rappresenta un momento molto intenso di partecipazione: il momento del convivio inteso in senso dantesco. Ogni riunione conviviale è, infatti, occasione di interventi culturali legati al momento, al luogo, alla circostanza. I soci dell'Accademia hanno gustato degli antipasti a base di purè di fave con polipo alla griglia e crostini, verdure pastellate, polpette fritte, cozze ripiene e burratina. Per primi gnocchi alla gallipolina con gamberi e croccante pistacchio mentre per secondo delle costolette di agnello fritte e impanate con contorno di carciofi fritti. Infine frutta di stagione e dolcetti tipici della casa. Tutti prodotti tipici che si sposano con uno degli obiettivi dell'Accademia che è quello di «promuove e favorire tutte quelle iniziative che, dirette alla ricerca storica e alla sua divulgazione, possono contribuire a valorizzare la cucina nazionale in Italia e all’estero anche come espressione di costume, di civiltà, di cultura e di scienza».  

Ultima modifica ilSabato, 24 Febbraio 2018 08:43
Torna in alto