Menu

Scavi vico Quercia, ecco chi farà i lavori

area archeologica vico quercia 1Per quanto riguarda l’area archeologica di vico Quercia

i lavori affidati alla cooperativa "Impact Archeologia" di San Vito dei Normanni e "Az Cantieri" di Mesagne prevedono una pulizia ed una sistemazione generale dell’area, la protezione delle superfici di scavo con tessuto-non-tessuto e uno strato di pietrisco. Questo intervento, oltre a proteggere le superfici di scavo attualmente scoperte, renderà più agevole la comprensione planimetrica delle strutture e dei diversi contesti archeologici. Nell’ambito dello stesso intervento i resti della fortificazione dell’età del Ferro verranno integrati, dopo un’opportuna protezione delle interfacce di scavo con tessuto-non-tessuto, riportando la struttura ad un’altezza di circa 70 centimetri, con lo scopo di renderla più evidente. Il tratto del sistema difensivo dell’età del Ferro verrà affiancato dalla riproduzione di una stele iapigia, realizzata dall’artista latianese Vincenzo Camassa, la quale verrà opportunamente illuminata.napolitano christian Per concludere il complesso archeologico verrà dotato di una nuova pannellistica, progetto grafico a cura di Tiziano Vantaggiato e Andrea Tenore per Altraweb s.r.l. di Mesagne, e impreziosita dalle ricostruzioni tridimensionali della Mesagne iapigia e di quella messapica. Le ricostruzioni tridimensionali, ideate da Christian Napolitano per "Impact Archeologia" e realizzate da Massimiliano Passarelli per "ITLab Ibam Cnr" di Lecce, verranno utilizzate per realizzare brevi video illustrativi, fruibili tramite applicazioni di realtà aumentata. 

Torna in alto