Menu

Carmelo Grassi dirigerà il teatro di Mesagne

teatroSi qualifica il teatro comunale di Mesagne

con la nuova gestione affidata a Carmelo Grassi. Dallo scorso 30 ottobre, infatti, il teatro ha un nuovo gestore. Si tratta della ditta "Carmelo Grassi” di Brindisi, impresa qualificata da numerosi anni di esperienza nel settore della gestione di teatri e contenitori culturali. La ditta è stata individuata dall’Amministrazione comunale con procedura di «trattativa privata per l’affidamento diretto», considerato che la “Gara per l’affidamento” degli scorsi mesi è stata “infruttuosa”. L’accordo tra Carmelo Grassi e l'Amministrazione comunale prevede la gestione prevalentemente tecnica dell’importante contenitore culturale cittadino comprendente «la dotazione di personale qualificato per l’apertura – chiusura e la gestione; il servizio di accoglienza e biglietteria; eventuali proposte artistiche e la gestione degli aspetti amministrativi». L’Amministrazione comunale si è riservata, in ogni caso, la possibilità di utilizzare il teatro per eventi e manifestazioni di carattere istituzionale. La nuova fase del “Comunale” - oltre alla nuova e qualificata gestione – passa anche dalla volontà dell’Amministrazione di dotare il teatro di un service completo audio e luci, attrezzature fondamentali e spesso onerose per i gruppi teatrali locali, soprattutto per le formazioni minori e amatoriali. «Una scelta che va nella direzione di favorire l’accesso al teatro da parte del numero più ampio di realtà del territorio – ha commentato l’assessore alla Cultura, Marco Calò – Gli uffici stanno ultimando le ultime procedure e nelle prossime settimane le attrezzature saranno in teatro. Questa disponibilità tecnica, assieme alla presenza di una personalità di assoluta preparazione e spessore nel campo come Carmelo Grassi ci rende fiduciosi per una nuova positiva fase per lo storico palco cittadino». «Voglio ringraziare – ha concluso l’assessore – chi fino ad ora ha permesso al Comune di Mesagne di gestire “in proprio” il teatro la cui disponibilità e professionalità ha contribuito lo scorso anno di vivere una delle stagioni più esaltanti degli ultimi anni».  

Torna in alto