Menu

Il contributo di Mesagne alla canonizzazione di Aldo Moro

ARESTA GIANLUCADopo la singolare formula vissuta il 15 dicembre scorso

presso l'Auditorium del Castello Normanno Svevo dal titolo "Aldo Moro una vita al servizio della Verità", che ha favorevolmente incassato il coinvolgimento di illustri esponenti del mondo laico, religioso, accademico e istituzionale dell'intera provincia, prosegue il "contributo" della città di Mesagne al processo per la canonizzazione del Servo di Dio Aldo Moro. In questi giorni, il Postulatore di Santa Sede Avv. Nicola GIAMPAOLO, noto e stimato vaticanista accreditato presso la Congregazione delle Cause dei Santi, che personalmente a norma del Diritto canonico cura la vicenda che porterà agli altari della Chiesa il compianto statista della Democrazia Cristiana, ha fatto nuovamente visita in città ospite dell'Avv. Giovanni Luca Aresta che personalmente lo segue in questa sua importante opera ecclesiale. Molteplici sono le iniziative promosse in occasione del Centenario della nascita del Presidente Moro e dell'iter di Sua canonizzazione, che a breve saranno annunciate e che vedranno, ancora una volta, Mesagne protagonista tra poche altre in Italia. Forte è l'amicizia e la collaborazione con il Postulatore di Santa Sede, ha riferito telefonicamente l'Avv. Aresta. Detta circostanza non potrà che recare lustro alla cittadinanza intera anche in termini di centralità per il ruolo che a Mesagne sarà riservato. L'Avv. Giampaolo, accompagnato dal Rev.mo Vicario foraneo Don Salvatore Tardio e da Mons. Massimo Alemanno Parroco della Comunità di S. Antonio, ha altresì visitato il cantiere di costruzione della nuova Chiesa parrocchiale che a breve sarà consacrata a San Giovanni Paolo II.

Torna in alto