Menu

Mesagne. Furti a raffica, depredati oro, gioielli e buoni fruttiferi In evidenza

ladro cassettoBanditi scatenati a Mesagne dove

negli ultimi giorni di fine anno e l'inizio del nuovo anno hanno messo a segno diversi colpi nelle abitazioni dei cittadini. Il bottino, come sempre, è piuttosto cospicuo poiché i mesagnesi sono stati depredati di oro, gioielli e soldi. Non sono mancati i danneggiamenti e gli atti di prevaricazione. In piena attività, nonostante il periodo festivo, le forze dell'ordine che stanno cercando di indagare per individuare i responsabili. Dunque criminalità diffusa, quasi sicuramente del luogo, scatenata a Mesagne dove i cittadini in questi giorni si stanno recando agli uffici denunce di polizia e carabinieri per segnalare i furti subiti. Si è iniziato a fine anno, la notte di San Silvestro, quando un'auto posteggiata in strada è stata danneggiata da alcuni vandali per passare a due furti che sono stati portati a segno in due diversi condomini di via San Vito. I delinquenti hanno approfittato dell'assenza dei proprietari per forzare gli ingressi, entrare e saccheggiare. Stessa cosa nelle residenze extraurbane che non sono state risparmiate dai malviventi. I bottini sono piuttosto cospicui poiché in un caso i ladri hanno portato via orologi di pregio e capi di abbigliamento mentre in un altro appartamento hanno trafugato gli ori e i soldi trovati in casa. In un appartamento sono stati rubati oltre ai gioielli della famiglia anche dei buoni postali fruttiferi. Il bottino, complessivamente, ammonta a diverse migliaia di euro. Inutile dire che questi atti di microcriminalità non fanno che far diminuire il senso di sicurezza nei cittadini. Peraltro non si tratta, almeno sul territorio di Mesagne, di episodi sporadici bensì endemici poiché, da ormai troppo tempo, i cittadini stanno denunciando queste ristrettezze della propria libertà.

Torna in alto